• Home
  • Lifestyle
  • Wedding Trend 2019: la musica per dire sì è lo swing

Wedding Trend 2019: la musica per dire sì è lo swing

Travolgente. Esplosivo e coinvolgente: è lo swing, un genere musicale unico e rappresentativo di un’intera epoca.

Siamo negli Stati Uniti, alla fine degli anni ’20. Inizia da lì la storia del fenomeno culturale che ancora oggi fa danzare il mondo. A distanza di 92 anni, siamo ancora tutti pazzi per lo swing al punto che, il suo ritmo inconfondibile, è il preferito per i matrimoni 2019.

 A confermare il nuovo wedding trend in fatto di musica è Mark Zitti, alias Marco Virgili, frontman della band Mark Zitti e i Fratelli Coltelli, che da anni anima matrimoni in Italia e all’estero ed è richiestissimo negli Emirati Arabi Uniti. “Negli ultimi mesi – spiega Zitti – numerose coppie ci hanno fornito una lista di canzoni che hanno segnato momenti importanti della loro storia, chiedendoci di arrangiarle in chiave swing e suonarle nel giorno delle nozze”.Questo permette – precisa il frontman – di trovare il giusto compromesso tra ciò che piace e il desiderio di coinvolgere tutti gli invitati”.

In effetti, la musica è una componente essenziale di ogni cerimonia nuziale. Ne riflette mood, lo enfatizza. Fa da sottofondo a ogni momento importante della celebrazione. “Abbiamo arrangiato di tutto in chiave swing – continua Zitti – come l’entrata degli sposi sulle note del tema di Star Wars o al ritmo di Sabbath Bloody Sabbath dei Black Sabbath o di With or Without You degli U2. Il matrimonio è un giorno troppo importante per utilizzare una playlist su pen drive!”. “L’empatia e il calore umano non potranno mai essere sostituiti da una macchina”, conclude Zitti. “Per riuscire ad emozionare è determinante capire chi si ha davanti e cosa sta provando, e da lì, improvvisare”.

Negli anni, Mark Zitti e i Fratelli Coltelli hanno animato cerimonie di ogni genere, pensando per ciascuna di esse un repertorio musicale ad hoc capace di soddisfare anche le orecchie più esigenti. Parola d’ordine: internazionalizzazione. Si sono esibiti in Toscana per un pubblico italo-irlandese; hanno suonato in matrimoni persiani e francesi e in diverse celebrazioni negli Emirati Arabi Uniti, dove l’amore per l’Italia e la nostra cultura è sempre più forte.

“Siamo una band multilingue e multiculturale che vive a Dubai e viaggia per il mondo, ma suonare in Italia regala sempre quel brivido in più”, rivela Zitti. “I matrimoni italiani sono i più divertenti in assoluto, l’amore che si sprigiona a ogni evento lo tocchi con mano”. “Ogni ingaggio che arriva dall’Italia – aggiunge il frontman – è per me e per la mia band un’emozione sempre nuova”.

Se il matrimonio è alle porte, dunque, e le idee sulla musica da scegliere sono ancora poche e confuse, i suggerimenti di Mark Zitti e i Fratelli Coltelli – che trovate di seguito – sono quello che stavate aspettando. I consigli per un intrattenimento perfetto ci sono tutti. A voi la scelta.

  • Sempre e per sempre, di Francesco de Gregori, per lo scambio degli anelli durante le cerimonie civili
  • Love, di Nat king Cole, come sottofondo per il taglio della torta
  • She, di Elvis Costello, per il primo romantico ballo lento degli sposi
  • Just a gigolo, di Louis Prima, da dedicare allo sposo
  • Buona sera signorina, di Fred Buscaglione, come omaggio alla sposa
  • Quando quando quando, di Tony Renis, per l’arrivo degli sposi
  • What a wonderful world, di Louis Armstrong, per un tenero ballo tra la sposa e il papà
  • That’s amore, di Dean Martin, come apertura delle danze
  • Isn’t she lovely, di Stevie Wonder, per anticipare il djset
  • Angelina, di Luis Prima, per scaldare gli animi prima del djset e dell’open bar

Tags: , , , ,