• Home
  • Lifestyle
  • PLASTIC FREE: gli oggetti che puoi sostituire per un mondo più pulito!

PLASTIC FREE: gli oggetti che puoi sostituire per un mondo più pulito!

Dalle buste allo spazzolino da denti. Il cambiamento inizia dalle piccole cose.

Vogliamo un mondo plastic free. E ci sono milioni di motivi per giustificare la nostra scelta: mari e fiumi più puliti, habitat sottomarini riequilibrati, cibi a tavola più genuini, ambiente più naturale, meno sprechi (anche economici), buco dell’ozono che ringrazia.

Purtroppo il contatto con la plastica è un’abitudine che ci siamo ritrovati dal momento in cui abbiamo aperto gli occhi su questo mondo, ma pensate ai nostri nonni, loro hanno conosciuto il prima e il dopo, e non serve un genio per capire che il dopo è drastico. Dobbiamo assolutamente intervenire, e per farlo possiamo iniziare da noi, dalle piccole cose.

Ecco qualche dritta per ripartire e diventare fautori e produttori del ‘plastic free’.

1. NO PIATTI NE BICCHIERI DI PLASTICA. Perché? Perché impiegano dai 100 ai 1000 anni per degradarsi! Esistono in commercio stoviglie di carta biodegradabili (si disintegrano in 3 mesi), realizzati con componenti vegetali come la cellulosa, la glicerina e gli amidi. I piatti ad esempio sono in polpa di cellulosa, proveniente dalle fibre di piante a ricrescita veloce (la canna da zucchero prima tra tutte). Scegliamoli sulle nostre tavole!

2. UNA BUSTA? NO GRAZIE. Praticamente non si smaltiscono mai! E’ necessario sostituirle con la stoffa. Dura nel tempo, non inquina ed è anche esteticamente più bella. Il marchio danese Tiger, fan del plastic free, ne propone di bellissime a prezzi davvero contenuti. Correte in negozio e fate la spesa cool!

3. STOP PELLICOLE IN CUCINA. Ma non sono più comodi i contenitori in vetro con coperchio? I cibi si mantengono meglio, sono amici dell’ambiente e il frigo è organizzato alla perfezione. Ne esistono di tantissime forme e dimensioni. Provatele e non le lascerete più.

4. NO A FRUTTA E VERDURA CONFEZIONATE. Sappiamo che andate sempre di corsa, ma passate dal fruttivendolo con una cesta e scegliete prodotti freschi da consumare subito. Un modo salutare di seguire la dieta e anche un momento di relax per voi.

5. NOI LE CANNUCCE LE VOGLIAMO BIO! Quelle di plastica sono demodé, volete mettere la cannuccia di bambù o di vetro? Sono proprio belle e non iniettano micro particelle di plastica nelle vostre bevande. Mettetevi al passo con i tempi, please!

6. LA BORRACCIA GRAZIE! E’ l’alternativa perfetta alle millemila bottiglie di plastica che si consumano ogni giorno. Pensateci: è comoda, la bibita si mantiene fresca e portarla in giro non è un peso. Ne esistono di coloratissime in commercio, di seguito qualche idea.

7. IL CAFFE’ COME UNA VOLTA. Evitate il caffè in macchinetta, la classica moca è cozy e fa il caffè più buono. Berlo nel bicchiere in ceramica è una chicca che allieta la pausa tanto amata dagli italiani. Maison du Monde è plastic free, anche nella confezione. Prezzo €15.00.

8. AUTOPRODUCI. Le conserve della nonna sono buone, genuine e ben si sposano con i barattoli in vetro o in latta riciclata. Da gustare e da posizionare nelle mensole in cucina per un natural design di tutto rispetto!

9. PARTY PLASTIC FREE. Organizzate una festa e sensibilizzate i vostri ospiti, tutto ma proprio tutto sarà green. Attenzione ai palloncini, sono banditi! Sostituiteli con i festoni di carta, le bandierine e le candele.

10. LO SPAZZOLINO DA DENTI. Quanta plastica inutile. Compratelo in bambù. Della stessa linea esistono anche pettini, spazzole e accessori per make-up.

Tags: , , , , , , , , , , , ,