Anna Rita Del Piano

0
2880

Anna Rita Del Piano

Di Valentina Senese

Anna Rita Del Piano.

Anna Rita Del Piano sarà a teatro con “Di Filumena e Dummì” e al cinema con “Amici come noi”.

 

Dopo lo straordinario successo raggiunto a Foggia, città natale del protagonista e regista De Paolis, approda a Roma lo spettacolo “Di Filumena e Dummì”, per poi continuare la tournée in giro per l’Italia. Amedeo De Paolis e Anna Rita Del Piano si cimenteranno nella rappresentazione di una delle storie d’amore più famose dal dopo-guerra ad oggi, quella di Domenico Soriano e Filumena Marturano.

Dove? Al teatro Lo Spazio di Roma. Quando? Martedi 18 e mercoledi 19 marzo alle 20,30. Lo spettatore sarà travolto da un turbinio di canzoni d’altri tempi e recitazioni edoardiane. La commedia, che si rifà appunto allo sceneggiato in tre atti di Eduardo De Filippo e di cui sono state fatte numerose trasposizioni cinematografiche e teatrali, vedrà una scenografia essenziale, che pone al centro di tutto gli attori senza distrarre il pubblico con scene elaborate. La platea conoscerà un Domenico Soriano riflessivo che mette alle spalle i pregiudizi, consapevole, alla fine, di amare ciò che aveva sempre amato.
Per la bella Anna Rita Del Piano l’avventura non finisce! Una vita dedicata a danza, teatro e cinema, cimentandosi in ruoli da attrice, ma anche nella carriera da regista. Dopo aver interpretato i più svariati ruoli in numerosi film e fiction (tra cui “L’uomo delle stelle” di Giuseppe Tornatore, “Le belve” di Lucio Giordano e “Che bella giornata” di Checco Zalone), eccola tornare sul grande schermo con “Amici come noi”. Con la regia di Enrico Lando, la commedia sarà nelle sale cinematografiche a partire dal 20 marzo. Un film, prodotto da Taodue e distribuito da Medusa, che racconta la storia di due amici inseparabili di Foggia che dovranno lasciare la loro città per sfuggire a una situazione imbarazzante. L’attrice Anna Rita Del Piano reciterà accanto a Pio e Amedeo, lo straordinario duo comico scoperto da Le Iene, Alessandra Mastronardi e Massimo Popolizio.