Dipendenza da Facebook

0
1155

Facebookdipendenza_FashionNewsMagazine

Di Valentina Rossi

Aiuto!!!!siamo tutti “drogati” di Facebook!!

Facebook, il social network inventato  da Mark Zuckerberg, da quando ha fatto il suo ingresso in Italia nel 2008 ci ha letteralmente stregati e ha cambiato il nostro modo di vivere. E’ un social network ed in quanto tale la sua utilità è quella di condividere con gli amici foto, video e status.

Inizialmente nato negli USA come un portale di condivisione per gli studenti dell’ università di Harvard, si è rapidamente esteso a tutta l’America e poi nel mondo diventando un fenomeno mediatico che è quotato persino in Borsa.  Non c’ è persona al mondo che non conosca Facebook, ormai è diventato talmente popolare che viene utilizzato persino dai politici per comunicazioni istituzionali.

Di recente è stato pubblicato uno studio fatto da IMR Ricerche realizzato su un campione di 100 persone con metodo cawi (computer-assisted web interviewing) ) e il risultato è stato che il 38% degli intervistati ‘esagera’ nell’utilizzo dei social, il 6% dichiara di esserne ‘dipendente’, mentre molti degli intervistati crede che i Social abbiano un potere quasi ‘ipnotico’ e infine il 20% ammette di avere avuto problemi ‘relazionali’ dovuti all’uso eccessivo.

Armando Stano, segretario generale di A.I.D.A. (Accademia Internazionale ‘Stefano Benemeglio’ delle Discipline Analogiche che per la diagnosi, il sostegno e la riabilitazione in ambito psicologico si avvale di psicologi iscritti all’Ordine Nazionale) dichiara che “spesso a rivolgersi a noi sono madri preoccupate per i loro figli che trascorrono sempre più tempo in rete. Del resto i dati parlano chiaro, e quando chiediamo qual è la motivazione principale che spinge l’individuo a reiterare il suo comportamento, il 5% dichiara di navigare su Facebook per dimenticare i suoi problemi personali, il 3% trova nel social network un profondo senso di appagamento dovuto dal consenso sociale generato dal ‘Mi Piace’, per questo i soggetti che hanno più successo su Facebook, sono quelli che rischiano di più la dipendenza”

Ma c’ è di più, “questa dipendenza è dovuta alla dopamina-spiega ancora  Stano- in quanto secondo uno studio condotto dall’Università del North Carolina, ogni volta che riceviamo un ‘Mi Piace’, infatti, il nostro organismo rilascia una piccola scarica di dopamina, il neurotrasmettitore che viene coinvolto nei fenomeni di dipendenza. Il 2% delle persone che si rivolgono a noi dichiara di provare invidia per le foto sorridenti e felici dei propri amici, ciò li spinge a postare immagini di sé in compagnia di persone o comunque in situazioni piacevoli, per dimostrare di non essere da meno”.

Insomma Facebook, per alcuni è un divertente passatempo, per altri è un problema che ha creato dei veri e propri casi clinici, che necessitano di supporto psicologico in quanto realmente dipendenti da questo strumento.