Adottaunragazzo.it

0
1404

adottaunragazzo.it fnm

Di Alba De Biase

Adottaunragazzo.it

Questa settimana su Red Lips: Adottaunragazzo.it, nuova frontiera del e-commerce, dove è possibile acquistare di tutto, anche un ragazzo.

 

Fenomeno in crescita quello dell’ e-commerce, il mercato online dove ogni nostro desiderio di acquisto diventa un ordine. Vuoi un cucino a forma di biscotto? eccoti accontentato; una sedia a forma di scarpa? eccola; un ragazzo che risponda ai tuoi desideri? anche questo è possibile acquistare sul web!

Il sito adottaunragazzo.it propone infatti, come una vetrina di un grande magazzino i profili di ragazzi dai 20 ai 50 anni, che con una breve descrizione fanno sfoggio delle loro migliori qualità fisiche e intellettuali, sperando di attirare l’attenzione di quante più donne possibili ed essere finalmente “acquistati”.

Il sito come un vero è proprio negozio di qualsivoglia genere, propone “offerte speciali” : offerta speciale “Orsi”, liquidazione totale “Ricci”, serie speciale “Carote” e cosi via.

All’acquisto si accede tramite breve descrizione, nome falso (a piacere) e foto profilo, dopodichè si da una sbirciata alla “merce” e si conclude l’ordine con un carrello in cui si seleziona il prodotto, come nei siti di shopping online, appunto.

E’ possibile chattare, scambiarsi i numeri, incontrarsi e poi valutare gli “acquisti”, esattamente come fareste con un qualsiasi prodotto.

La chiave del sito sta proprio nella visione uomo-prodotto/donna-cliente, invertendo un pò il ruolo di entrambi i sessi, che vuole l’uomo corteggiatore e la donna conquistata. Sovvertendo anche un’immagine sempre più diffusa della donna mercificata, idolatrata (vedi programmi televivi, campagne pubblicitarie, servizi fotografici a altro) e ponendo l’uomo al centro dei desideri, prodotto in vendita, merce acquistabile.

Insomma non ci resta che fare i nostri acquisti in assoluto anonimato e comodamente da casa. Certo tutto questo svilisce un pò il senso della conquista, il piacere della scoperta, ma vuoi mettere il tempo risparmiato e le delusioni forse evitate? (anche se dietro a un pc, non è poi così difficile mentire).

D’altronde si sa, lo shopping per le donne è sempre terapeutico!