Salamanca

0
1524

Plaza-Mayor_15874636

Salamanca, la Spagna rilassata

Salamanca è una città dove il tempo sembra essersi fermato ai grandi fasti del Medioevo, uno dei gioielli della Spagna “tradizionale”, dove il turismo estivo lascia spazio a ritmi più placidi e dove frotte di giovani, che studiano nella Università cittadina non rinunciano certo a divertimento e vita sociale.

Secondo gli utenti di PaesiOnLine la città merita assolutamente una visita, in particolare per le magnifiche strutture dal delicato colore ocra e per i giochi architettonici che si possono ritrovare in ogni angolo della città vecchia. La visita non può che avere come fulcro Plaza Mayor. Questa magnifica corte, incastonata tra palazzi con ricchi porticati, venne costruita tra il Seicento e l’Ottocento ed è il luogo di ritrovo preferito dei salmantini, che qui passeggiano, prendono un caffè o semplicemente si rilassano.

Veduta dal Ponte Romano fnm

Abbandonando per un istante la piazza, ci si può dirigere in due direzioni: verso nord si incontra Calle del Toro, una pregevole strada pedonale nella quale si trovano boutique e negozi per tutti i gusti (e tutte le tasche), mentre in direzione sud, passando per Calle Prior, si arriva in qualche minuto davanti l’elegante prospetto di Palacio Monterrey, un palazzo-castello di gusto medievale nel quale risiede la Duchessa d’Alba, un personaggio molto conosciuto della nobiltà europea per la sua, a volte eccessiva, stravaganza. Per chi è amante delle tradizioni, delle leggende e delle curiosità, due sono le location imperdibili: la Cattedrale Nuova e la Facciata dell’Università. Sulla Cattedrale, infatti, un occhio bene attento scorgerà tra i fregi del XVII secolo due figure decisamente insolite: un astronauta con tanto di tuta spaziale e un drago che regge un cono gelato. Si tratta di una piccola “boutade” dei restauratori che intervenirono sulla facciata negli anni ’80, e che vollero così modernizzare, per certi versi, la struttura. La Facciata, invece, è legata a una leggenda di grande seguito: chiunque riesca a scovare una piccola rana posta su un teschio, sempre tra le ricchissime decorazioni del portone monumentale dell’Università, supererà tutti gli esami scolastici, oppure, se impegnato in una storia d’amore, si sposerà entro l’anno.

Cattedrale Nuova fnm

La rana, proprio lei, è il simbolo assoluto della città di Salamanca, e non è raro trovare negozi che vendano gadget di ogni tipo con le rane, dalle magliette alle classiche calamite da frigorifero. Allo stesso modo, un altro elemento di attrazione della città è la Casa de las Conchas, un bel palazzo la cui facciata è interamente adornata da conchiglie in pietra, simbolo di San Giacomo. Salamanca, infatti, è una delle tappe del Camino verso Santiago, per i pellegrini che partono dal sud della Spagna.

Casa de las Conchas fnm

Questa città, però, non è solo monumenti: tra le strade del centro, infatti, si trovano numerosi club, pub, discoteche e locali a tema, aperti quasi tutti i giorni della settimana, e che permettono di divertirsi a prezzi contenuti e in maniera molto piacevole. Che siano le cinque del pomeriggio o l’una di notte, non avrete difficoltà a incontrare gente allegra e spensierata, che a Salamanca è una costante: accoglienza, fascino architettonico e divertimento sono la cifra di questo luogo, forse meno conosciuto di quanto meriterebbe.

Per conoscere tutti i nostri viaggi clicca qui.