Il saluto al grande artista Pino Daniele

0
1624

Fashion News Magazine - Pino Daniele

Di Denise Ubbriaco

Il saluto al grande artista Pino Daniele

Pino Daniele stroncato da un infarto –  Il saluto al grande artista

La musica italiana e internazionale è in lutto, ha perso un grande artista: Pino Daniele. Il sindaco di Napoli De Magistris ha dichiarato il lutto cittadino: “Pino Daniele è morto, ma la sua musica è eterna. Pino è Napoli, legame infinito e indistruttibile, come il suono e la voce della sua musica. Sono sconvolto, solo qualche giorno fa era con noi a Napoli (con riferimento al concerto del 17 dicembre, ndr). Ognuno di noi ha Pino dentro, la musica, le parole il ritmo. Pino è immenso, è storia”. Messaggi di cordoglio da tutto il mondo dello spettacolo e dalle istituzioni.

Aveva 59 anni e avrebbe compiuto 60 anni il 19 marzo. Il cantautore napoletano è stato stroncato da un infarto, mentre si trovava nella sua casa di campagna in Toscana, in un podere isolato nelle campagne tra i comuni di Magliano e Orbetello (Grosseto), in Maremma.

Dopo il malore che ha colpito il cantante, intorno alle 21.15 è arrivata la chiamata al 118 in cui veniva richiesto un intervento per un malore nella tenuta in Maremma. Quando l’ambulanza, dieci minuti dopo, è arrivata nei pressi della villa, il medico a bordo ha chiamato per chiedere di accendere le luci per farsi individuare, ma è stata espressa volontà dallo stesso Pino Daniele di farsi portare a Roma, al S. Eugenio di Roma dove lavora il suo cardiologo di fiducia. Un tragitto lungo circa 120 chilometri, ma sull’Aurelia, la sua auto ha bucato. Alla guida dell’autovettura c’era il suo autista perché lui non guidava.

Il cardiologo che aveva in cura il cantante, Achille Gaspardone, Direttore Uoc di Cardiologia all’Ospedale S. Eugenio, ha affermato: “Sono state fatte tutte le manovre di rianimazione, ma Pino Daniele era già morto”. C’è da dire che: “La sua vita era appesa a un filo e lui lo sapeva bene. Ogni giorno era un giorno di vita in più guadagnato.”

A dare per primo la tragica notizia sul web è stato l’amico e collega Eros Ramazzotti che pubblicando una foto del cantante sorridente, ha scritto un messaggio all’alba sul suo profilo Instagram: “Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perchè eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo...”.

Accanto al post una foto di Sara Daniele col padre:Ciao mia grande roccia. Grazie per avermi accompagnato questi 18 anni della mia vita – scrive – mi mancherai ogni giorno. Mi mancheranno i tuoi sorrisi, i tuoi consigli, ma soprattutto i tuoi abbracci. Quelli calorosi, avvolgenti, protettivi alla ‘ci sono io per te’. Anche se adesso starai facendo lo scugnizzo da qualche altra parte, sappi che qui avremo sempre bisogno di te. Adesso suonerai la chitarra lassù e farai sognare gli angeli con la tua musica, esattamente come hai fatto con noi qua. Fai buon viaggio…Ti amo.”

A far commuovere è l’ultimo tweet, che rilancia un post di Facebook, sul profilo ufficiale di Pino Daniele, risalente a qualche giorno fa. Il testo è “Back home? In viaggio per casa”, con la foto in bianco e nero della strada.

Fashion News Magazine- Back home

I funerali del cantautore napoletano Pino Daniele si svolgeranno mercoledì mattina alle 12,00 presso il Santuario del Divino Amore a Roma e saranno celebrati dal frate francescano, padre Renzo.

La figlia diciottenne, Sara, ha dichiarato: “Abbiamo scelto Roma perché noi figli siamo nati e viviamo qui. I funerali di mio padre saranno celebrati mercoledì al Divino Amore perché è una chiesa grande e noi vogliamo che sia una cerimonia aperta al pubblico. Siamo sicuri che papà vorrebbe che chiunque avesse la possibilità di dargli l’ultimo saluto.”

Le ceneri del noto artista saranno ospitate nei prossimi giorni al Maschio Angioino di Napoli per regalare all’artista l’ultimo saluto dei suoi concittadini, prima della tumulazione definitiva al cimitero di Talamone, a Orbetello, in provincia di Grosseto.

Non c’è alcun dubbio sul fatto che il suo ricordo rimarrà sempre vivido ed impresso nei nostri cuori.

6/01/2015