Susana Traça presenta la collezione AI 2015/16 all’evento Lines Strategy

0
2024

running strike susana traca aw 15.16

Di Daniela Giannace

Susana Traça presenta la collezione AI 2015/16 all’evento Lines Strategy

La stilista espone gli abiti da lei realizzati nella rassegna di prêt-à-porter e demi-couture di Milano.

Nella cornice del seicentesco Palazzo Visconti di Milano, accompagnato dall’opera del set-designer Giovanni Ottonello e da un’installazione materica site-specific realizzata da Olga Pong, si è tenuto l’evento espositivoLines strategy: gruppo di famiglie creative in un interno, ideato dall’Associazione Culturale Cinque Vie e Nunzia Garoffolo che ne è stata anche curatrice. Protagonista dell’evento una rassegna di prêt-à-porter e demi-couture, abiti, gioielli e accessori realizzati da celebri designers e giovani talenti della moda italiana: Isabella Tonchi, Matteo Thiela, Giulia Marani, Move Cappelli, Olga Pong, Anna Porcu, Bea Bongiasca, SH-Jewels by Stephan Hamel, Mia D’Arco, Susana Traça e Arnoldo Battois. Un modo per ammirare da vicino le nuove collezioni Autunno-Inverno 2015/16, con l’artigianalità e l’eleganza ad esse intrinseche.

LINES STRATEGY foto allestimento
Tra gli altri, la stilista Susana Traça ha presentato la sua collezione Urban Tribe, in cui combina l’eleganza con lo street style. I tessuti lavorati, le laserature e le stampe geometriche simboleggiano la città con le sue gabbie e inferriate, ma il vero must sono i richiami a motivi tribal e intagli geometrici delle nuove running che presentano 4 altezze: bassa, caviglia, stivale, cuissard. I materiali tecnici come neoprene stampato, tessuti con lamine a specchio e lurex conferiscono a queste calzature un aspetto deciso e minimale dove le caratteristiche urbane sono sempre molto evidenti. Le tonalità tenui del cipria e del blu baby vengono mescolate con quelle del rosso, del verde, dell’oro, dell’argento, per inserire un pezzo di Africa in quanto terra di origine della designer Susana Traça. La palette, infine, si arricchisce di: terra bronzo, brace, fango, piombo, viola, nero e grigio.
Le pumps in glitter, in pelle laminata e serpente si uniscono ai tronchetti con serigrafie africane su crosta e cavallino, questo ultimi ad identificare uno stile etnico-chic. Glitter che, insieme ai pellami fluo, viene usato anche per le clucth preziose in lapin e montone, per completare un look elegante e glamour. Non mancano però gli zaini in jaquard con dettagli in pelle per le occasioni informali di tutti i giorni. Altri dettagli casual sono maschili flat stringate e anfibi in stile militare in tweed e jacquard oltre a camperos in crosta e paillettes o in pelli stampate con effetti iridescenti.
Una collezione che presenta uno stile vibrante con protagonista la città rivisitata con l’aggiunta di elementi africani.