Una Poesia “all around the Europe”

0
735

Poesia

Di Alessandra Rosci

Una Poesia “all around the Europe”

Il 20 e il 21 Marzo a Roma la Poesia sarà la protagonista dell’evento dedicato alla presentazione del libro di Ivan Strpka “La Mano Silenziosa” e della Giornata Mondiale della Poesia.

Per la seconda volta EUNIC (European Union National Institutes for CultureIstituti di Cultura Nazionali dell’Unione Europea), un partenariato di istituzioni culturali nazionali europee attive al di fuori del proprio territorio nazionale, celebra la poesia europea a Roma.

Il 21 marzo di ogni anno l’UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural OrganizationOrganizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) festeggia la Giornata Mondiale della Poesia, riconoscendo all’espressione poetica un ruolo privilegiato della promozione del dialogo interculturale, della comunicazione e della Pace. Per la Giornata Mondiale di quest’anno, la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO ha concesso il patrocinio all’evento ideato ed organizzato a Roma da EUNIC, in collaborazione con la Federazione Unitaria Italiana Scrittori,  la Casa delle Letterature e la Commissione europea.

Quattordici poeti di quattordici diversi paesi europei si sono dati appuntamento all’Istituto Polacco di Roma in Via Vittoria Colonna 1 alle ore 20.00 di Sabato 21 marzo e invitano a partecipare alla serata tutti gli appassionati di poesia e coloro che desiderano celebrare con loro il lato più poetico dell’Europa.  Tutte le poesie verranno lette dai poeti in lingua originale, mentre la traduzione italiana verrà proiettata in simultanea su uno schermo luminoso.

Un’occasione unica e imperdibile per conoscere meglio la poesia contemporanea europea. Tra i partecipanti: Alexander Peer per l’Austria, Elin Rahnev per la Bulgaria, Sarah Zuhta Lukanic per la Croazia, Nora Bossong per la Germania, Silvia Bre per l’Italia, Krystyna Dąbrowska per la Polonia, Ana Luísa Amaral per il Portogallo, Ruxandra Cesereanu per la Romania, Aleš Šteger per la Slovenia, Erika Martinez per la Spagna, Eva Ström per la Svezia, Dragica Rajčić per la Svizzera e András Ferenc Kovács per l’Ungheria. L’incontro, moderato da Maria Ida Gaeta, sarà accompagnato dalle musiche di Michele Sganga eseguite al pianoforte dal compositore.

 Tra gli scrittori partecipanti a questa Giornata così speciale per la Poesia ci sarà anche Ivan Strpka per la Slovacchia (poeta, saggista, autore di prose e testi in musica, traduttore dallo spagnolo e dal portoghese), il quale presiederà, inoltre, anche alla presentazione del suo libro “La Mano Silenziosa” che si terrà il 20 Marzo alle ore 17:00 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma in Via Castro Pretorio 105. Un evento organizzato dall’Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia in collaborazione con l‘Istituto Slovacco a Roma, con la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e con il Centro d’Informazione Letteraria di Bratislava.

Un volume che raccoglie dieci elegie, un capolavoro tradotto in lingua italiana. Il libro è stato curato da Alessandra Mura e arricchito da una nota introduttiva di Riccardo Duranti: “Se Hegel sosteneva che ogni affermazione contiene in sé il fantasma della sua negazione ciò è ancor più vero nel caso di un’interrogativa. Come in Amleto, il poemetto di Ivan Strpka si apre con una domanda: “Sei tu il mio angelo?” che eserciterà la sua ambigua influenza su tutta la composizione che segue. Echi di Whitman, Rilke, Hölderlin, Kleist, Kafka si inseguono nelle battute iniziali di quella che si delineerà sempre di più come una introspettiva che nasce e si sviluppa tra dubbi e contorsioni per tutto il testo, coagulandosi in immagini ricorrenti che incarnano la caccia serrata che il poeta-segugio dà a una sempre più sfuggente preda“. Nel corso della serata verranno, poi, eseguite letture di poesie da parte dell’attore italiano Marco Bellocchi. Interverranno anche Miroslava Vallová, Direttrice del Centro d’Informazione Letteraria di Bratislava e Luigi Marinelli, Direttore della collana “Leo – Laboratorio est/ovest“ di Lithos Editrice.

Occasioni, queste, per dimostrare il potere e la forza della Poesia, in grado di unire popolazioni, differenze, nazionalità; perché in fondo, quando si parla di letteratura, siamo tutti esseri umani con un cuore capace di amare e celebrare qualcosa di bello che emozioni come la stessa Poesia.