Taormina

0
513
Teatro Greco Taormina

Taormina

Parlare di Sicilia e turismo è cosa piuttosto facile. L’isola più grande del Mediterraneo, infatti, è una vera e propria fiocina di località turistiche di grande pregio, luoghi dove la bellezza (che sia del mare, della natura o dei monumenti) fa rima con Trinacria. Oggi, grazie ai consigli degli utenti di PaesiOnLine, uno dei più importanti portali turistici in Italia, andiamo a scoprire un piccolo borgo dalla grande bellezza, una vera e propria perla della costa orientale siciliana: stiamo parlando di Taormina.
Nonostante i suoi “soli” undicimila abitanti, Taormina è stata, sin dai primi anni del Novecento, una delle località del jet-set internazionale più amate, grazie al suo bel borgo aggrappato alla collina e immerso nel verde, e alla limpidezza delle sue acque, che fanno del mare taorminese, e in particolare della zona di Isola Bella, una vera e propria mecca per i turisti che visitano la Sicilia.
Partiamo proprio da Isola Bella, per scoprire le bellezze di questa località che ha pochi paragoni. Piccola isoletta situata davanti la costa di Taormina, alla quale è legata da un lembo di scogli e sabbia, venne così chiamata da Wilhelm von Gloeden, il quale, insieme a Florence Trevelyan Trevelyan, fu probabilmente il primo artefice della fama turistica di Taormina tra la nobiltà europea, a cavallo tra Ottocento e Novecento.
L’isola, sulla quale sorgono piccole abitazioni lussuose, costeggiate da una natura esotica, è una delle zone più fotografate della cittadina, e nelle sue acque, soprattutto nei mesi più caldi, si bagnano tantissimi turisti, contribuendo al suo fascino tutto “meridionale”. Risalendo la strada che conduce al centro storico, ci troviamo spiazzati dalla bellezza di Piazza IX Aprile, il ritrovo per eccellenza di Taormina, una terrazza panoramica a 360 gradi che permette non solo di ammirare i monumenti cittadini, con la chiesa e l’antica torre civica, ma anche la montagna che sovrasta l’abitato e, soprattutto, l’azzurro mare che bagna questa località unica.
Piazza IX Aprile è interamente pavimentata in ceramiche bicolori, e circondata da fiori e alberi che rendono una sosta qui, magari sorseggiando una bibita fresca o gustando una deliziosa granita con brioche, un vero e proprio momento di relax. L’assetto di Taormina, pur essendo una località molto visitata e frequentata, è proprio quello rilassato e “disincantato” che tanto fa innamorare i turisti nord-europei e americani, quella tranquillità data anche da un clima soleggiato per quasi tutto l’anno.
Ne approfittiamo per visitare il Duomo, consacrato al culto di San Nicola, che si presenta con un insolito stile medievale-romanico, mentre molte delle chiese siciliane, specie in questa zona, spiccano per il loro ricchissimo stile barocco. Pur rimaneggiato nel tempo, il Duomo ha mantenuto l’assetto originario, con la sua bella facciata merlata, e l’interno a tre navate con archi a sesto acuto.
Una visita a Taormina non potrebbe dirsi completa, infine, senza scoprire il meraviglioso proscenio del Teatro antico. Costruito nel III secolo avanti Cristo, quando Taormina si chiamava Tauromenion ed era una colonia della Magna Grecia, il teatro, che ancora oggi accoglie migliaia di spettatori, è affacciato direttamente sulla baia di Taormina, ed è così una sorta di spettacolo nello spettacolo: quello culturale, offerto dai numerosi concerti e opere teatrali, e quello naturalistico, che solo una città come Taormina sa rendere con tanta grazia.