E se il diario fosse social?

0
468

fnm

Di Ramona Mondì

E se il diario fosse social?

Inizia la scuola e la storica Smemo si reinventa più vicina ai ragazzi!

 

Schizzi di sentimenti passeggeri. Amori irraggiungibili. Compiti poco scritti. Foto di amici e frasi indelebili. Il diario della scuola lo si assapora due volte: quando lo senti il tuo migliore amico, e a distanza di anni, quando ti senti ahimè cresciuta e hai bisogno di un flashback su quel passato che non torna ma che comunque resta.

Sceglierlo è un rito, si tratta di un oggetto che ti accompagnerà per un anno intero e che sarà pronto in un cassetto per i momenti in cui servirà ripercorrere i  cambiamenti percepiti sempre un po’ tardi.

Tra le proposte offerte, la scelta più gettonata pare sia sempre stata Smemoranda; perfetta compagna di avventure, sempre vicina ai ragazzi. Quest’anno lo vuole essere ancora di più, così diventa social e sceglie come tema portante l’hashtag #mipiace.

Il team di LiveXtension ha infatti creato formati pubblicitari ad hoc per specifici target group (tutti basati sui Likes registrati su Facebook), con il risultato di raggiungere i singoli utenti sui temi che a loro stanno più a cuore. Le due novità del 2015 sono state le chat dei ragazzi su WhatsApp e Snapchat, con i profili Smemoranda creati e lanciati tra giugno e luglio.

La strategia studiata dall’agenzia ha previsto una prima fase di generazione di awareness e page like nel mese di luglio, a cui segue ora la seconda parte più finalizzata alla presentazione del prodotto. In entrambe le fasi, la creatività e l’interazione con gli utenti, grazie al tema #MiPiace, permettono di alimentare e cavalcare le passioni dei ragazzi.

Una Smemo nuova che sentiamo ancora più nostra!