Incipit: il design tra tradizione e contemporaneità

0
1254

Oasi_2

Di Ivano Rocco Montrone

Incipit: il design tra tradizione e contemporaneità

Il giovane brand di design italiano ha presentato la nuova collezione a Parigi puntando su due nuovi protagonisti.

 

Parigi – Incipit, la bottega del design contemporaneo, è tornata nella capitale francese in occasione della fiera Maison&Objet durante la settimana del design 2015. L’immancabile appuntamento internazionale dedicato alla decorazione della casa e al lifestyle è stata la vetrina scelta dal brand italiano per presentare al pubblico la collezione 2015, già presentata durante la settimana del Salone del Mobile di Milano 2015 e due novità assolute: Belle e Oasi.

Belle_2

Ilaria Innocenti, art director di Incipit, ha firmato il progetto Belle. Famiglia di alzatine e contenitori per dolci con base in frassino verniciato e coperchio a campana in acciaio ottonato. La designer ha voluto reinterpretare i tradizionali elementi delle pasticcerie e gelaterie trasformandoli in oggetti domestici dai colori contemporanei e dalle forme allegre, con un tocco di tradizione dato dall’ottone. Belle è perfetto per servire a tavola frutta, dolci e stuzzichini in modo scenografico ed elegante.

Oasi_1

È di Manuela Di Loreto, designer presente in Incipit dagli esordi, il progetto Oasi. Famiglia di contenitori in vetro borosilicato che vuole nobilitare ed impreziosire i classici barattoli da cucina. Coperchi in legno chiudono i contenitori arricchendosi di piccoli accessori in vetro. Oasi nasce da un insieme di forme geometriche pure, ammorbidite dal mix di materiali: le trasparenze dei toni del grigio donano un aspetto fresco e moderno alle parti in vetro, mentre il legno aggiunge un elemento classico e senza tempo. Un oggetto contemporaneo che mostra, conserva e decora, adatto a valorizzare ogni ambiente domestico senza trascurare l’aspetto funzionale.

La Collezione 2015 è composta anche dai cestini in metallo Canasta, sempre di Ilaria Innocenti, il portaombrelli in ceramica e cemento Vide di Paola Monaco di Arianello e Laura Pessoni, dalla lampada da terra Elma e le nuove finiture nickel e rame della lampada Tull, entrambe di Tommaso Caldera.

[ScrollGallery id=1840]