Alas de Angel di Patricio Parada

0
466

Patricio Parada
Di Gabriele Arcieri

Patricio Parada e le sue sculture di luce illuminano la Design Week

In un sottile gioco di luci e fantasie cromatiche nascono come “sculture” le lampade di Patricio Parada.

Un immancabile appuntamento con la bellezza e l’arte o meglio con la bellezza dell’arte è “Alas de Angel”, in cui verranno esposti veri e propri capolavori di Patricio Parada, l’artista cileno, grande estetista, che esprime nei suoi lavori il contenuto di un desiderio forte e coinvolgente teso a permeare e poi trasmettere in essi il valore di un patrimonio d’arte davvero rilevante.

Le sue lampade costruite su lastre metalliche appaiono da subito autentiche testimonianze di sculture parlanti, tanta e così potentemente coinvolgente è l’impressione che ne deriva ammirando la luce, la leggerezza, la lavorazione sottile che da esse promana: un gioco sapiente di costruzione che, partendo dallo slancio creativo dell’autore, viene a originare l’oggetto lasciando che in esso ci si dimentichi la materialità per immergersi nel “pensiero”, primo protagonista operante e vivo. Si ha l’impressione che Parada voglia, a sua insaputa, lasciar “lavorare” il suo cuore che sfugge e, da solo, si libera per sostituirsi o forse integrarsi all’azione dell’autore.
Ecco dunque che ciò che nasce non rivela semplicemente una lampada, ma una vera e propria “scultura di luce”, un riflesso luminoso che Parada ritaglia e riesce a disegnare a mano libera su metallo, quasi fosse un tessuto e come sui tessuti, appaiono splendidi ricami luminosi e delicati.
La bellezza e la capacità incontrastata dell’artista sono palesemente vive, palpitanti, vuoi si usi il bronzo o l’alluminio o l’ottone: nelle opere così originate palpita il soffio della vita che scaturisce dalla luce e dal bisogno di spaziare in essa.
Patricio Parada, a questo scopo, attua da sempre un fine lavoro di ricerca, uno studio meticoloso e raffinato finalizzato al raggiungimento di uno stile tutto suo e personale che lo fa orientare verso la realizzazione di “oggetti” dalle linee evanescenti, fluide, affascinanti; attraverso l’apporto, poi, di finiture galvaniche messe a punto e perfezionate, riesce ad ottenere giochi di luce dagli inaspettati effetti cromatici.
Patricio Parada, già affermato creatore di gioielli in oro ed argento, esprime così la sua natura anche con queste “sculture” che si avvalgono delle sue passate esperienze artistiche ed artigianali, per offrire un superbo campionario di creazioni che testimoniano ampiamente il livello raggiunto dall’artista, la cui capacità si estrinseca ormai nei diversi settori del design come della decorazione.
Alas de Angel” rappresenta, quindi, una tappa basilare ed un evento da non perdere, un’esposizione che, nell’elegante cornice di Lea Boutique, a due passi dalla prestigiosa zona milanese di piazza San Babila, vuole sostanzialmente offrire bellezza, ricercatezza, cura del particolare, essenzialità ed unicità in un mix straordinario di forte richiamo per chi ama e desidera conservare ed espandere nel mondo il fascino incomparabile del più autentico Made in Italy.