Youth Economic Summit 2016

0
1158

slider-yes

Di Redazione

Youth Economic Summit 2016 

Lo Youth Economic Summit (YES) è lo spazio d’incontro tra giovani di grande prospettiva, coraggiosi e orientati all’innovazione con i più attivi leader provenienti da diversi ambiti professionali, che insieme rappresentano una thinking community in grado di affrontare problemi e ideare soluzioni concrete orientate allo sviluppo del “Sistema Italia”.

Quest’anno lo YES selezionerà 50 giovani professionisti under 40, chiamati a rappresentare l’eccellenza italiana.

Il 15 maggio 2016 si chiuderà il bando per le candidature per l’evento che si terrà a Roma dall’1 al 3 luglio 2016 e che sarà incentrato sul ruolo delle grandi città con il tema centrale: “La città del futuro: sostenibile, specializzata, glocal”. Si pone, così, l’attenzione sulla sostenibilità, la specializzazione dell’economia delle città con la doppia visione globale e locale, usando un termine di Kotler.

Un evento di tre giorni in cui le giovani leve, suddivise in 5 gruppi, avranno l’opportunità di confrontarsi con esponenti di rilievo del mondo economico ed istituzionale per confrontarsi e ragionare insieme sui cambiamenti che riguardano il nostro Paese.

Un’opportunità unica sia per i giovani professionisti, che potranno trovare spazio all’interno dei processi decisionali, sia per gli attori economici e istituzionali presenti, che avranno la possibilità di attingere idee e soluzioni innovative proposte dalle nuove generazioni.

Dopo solo un anno di vita dell’associazione Youth Economic Summit, alcuni dei partecipanti hanno già costituito Gruppi YES a Bruxelles e Londra. Queste due realtà stanno già dando vita ad una serie di iniziative al Parlamento Europeo e con importanti stakeholders internazionali.

Gli obiettivi dello YES sono:

realizzare la più grande rete di eccellenze italiane nel mondo under 40, creando un network esteso che promuova e supporti i giovani italiani dentro e fuori i confini nazionali; creare un do-tank economico, cioè riuscire a mettere in pratica qualunque proposito ci si sia posto; creare uno spazio di confronto giovanile per dare voce e ascoltare le tante proposte elaborate dalle giovani generazioni.

I temi di quest’anno dello YES saranno:

– mobilità urbana;

– energia intelligente;

– food & cultura agricola;

– design & lusso;

– turismo digitale.

Le eccellenze saranno selezionate da un comitato scientifico presieduto dal Cav. Prof. Ercole Pellicanò, Presidente dell’Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito e da seguenti illustri membri:

Fabio Bistoncini CEO FB & Associati società leader in Italia nel Public Affairs

Luigi Capello CEO LVenture Group società di Venture Capital primario stakeholder del sistema delle Start UP in Italia con uno dei più importanti incubatori italiani LUISS EnLabs

Michela Fantini Direttore Confindustria Giovani

Andrea Gemma consigliere ENI

Marco Marzano De Marinis Segretario Generale dell’Organizzazione Mondiale degli Agricoltori

Francesco Calabro Menghini Mergers & Aquisition Advisor

Roberto Menotti Direttore Aspenia Online e Senior Advisor ASPEN Istitute Italia

Paolo Messa Fondatore e Curatore di Formiche, Airpress e Cyber Affair, Consigliere RAI e Direttore del Centro Studi Americani

Massimo Minnucci AD Mediocredito Europeo.

 Tra i partner che supporteranno l’evento, Bain & Company, una delle più grandi aziende leader in Italia, in Europa e nel mondo, e Unindustria Giovani.

“Ad oggi, a ridosso del termine per la presentazione della domanda per partecipare al summit, i curricula ricevuti rappresentano un numero davvero consistente e, per chiunque volesse candidarsi, ricordo che la scadenza del bando è prevista per il 15 maggio” dichiara Roberto Miscioscia, Presidente dello Youth Economic Summit. “Il parametro chiave dell’evento sarà la concretezza. Chi è interessato a partecipare deve presentar un progetto che deve essere assolutamente realizzabile nell’arco temporale di circa un anno. Non vogliamo cambiare il mondo, ma costruire una best practice. Siamo persone che credono nel sistema Italia e nel fatto che questo Paese possa dare ancora tanto”.

È possibile reperire il bando e iscriversi tramite il sito