Beyoncé loves Gattinoni Couture

0
759

thumbnail_Beyonce in Gattinoni Couture

Di Alessandro Iacolucci

Beyoncé loves Gattinoni Couture

La super pop-star sceglie un abito della Couture romana. Al Barclays Center di Brooklyn, Beyoncé indossa un abito dal gusto afro-chic, ideato per lei direttamente da Guillermo Mariotto, direttore creativo di Gattinoni.

Beyoncè veste italiano all’evento benefico TIDA X: 1015. L’iconica star, paladina delle “curvy” e icona mondiale di sfacciata bravura, ricchezza e altrettanto potenza, con influenze non solo nel mondo dello show-biz, sceglie un abito della romana maison Gattinoni Couture.

In occasione dell’evento benefico, durante il quale si è anche esibita per la raccolta fondi, ha sfilato sul carpet del Barclays Center, a Brooklyn, con un sensuale e irriverente abito lungo. Nude look dall’effetto tatuaggio ideato per lei direttamente da Guillermo Mariotto seguendo un mood afro-chic, ribelle e rivoluzionario, accostando al tulle di seta oltre duemila applicazioni tra cristalli e pietre total black.

Non è la prima volta che la Maison romana realizza un abito per una star. Gattinoni continua infatti la sua liaison con le celebrities. Un’internazionalizzazione cominciata già dai tempi dell’Hollywood sul Tevere con il mirabile lavoro della fondatrice “Madame Fernanda”. Ancora oggi rimane intatto nell’immaginario collettivo uno dei primi tailleur realizzato per l’allora celebre attrice Clara Calami, ancora più celebri poi gli abiti realizzati per Audrey Hepburn in “Guerra e Pace. Una sorta di legame, quello con le star, che nel tempo sembrava essersi assopito, viene ora riportato in auge da una testimonial come la divina Beyoncé, per la quale, sempre Gattinoni, aveva già realizzato alcuni body per il suo focoso “The Formation World Tour”.