Gateau di patate alla Moreno per Diletta Leotta

1
1108

Moreno Amantini Come ti cucino il Vip Fashion News Magazine (155)

Di Moreno Amantini

La giornalista sportiva ospite a Sanremo per parlare di cyber bullismo.

Cari amici e care amiche di Fashion News Magazine ben trovati! Al via una nuova edizione del Festival di Sanremo.

So che molti di voi si aspetteranno i miei commenti al vetriolo ma per il momento devo deludervi. Prima di commentare questa sessantasettesima edizione voglio guardarla tutta. Parlerò, seppur in maniera non tecnica e non prettamente legata a Sanremo, di uno degli ospiti della prima serata: Diletta Leotta.

Diletta leotta

La giornalista sportiva è stata invitata al Festival per parlare di un tema molto attuale e importante come il cyber bullismo, di cui lei stessa è stata vittima. Come ben ricorderete tempo fa la Leotta, vittima di un hacker, si è ritrovata in rete scatti molto privati e, se volgiamo, osè. Premesso che nessuno ha il diritto di violare la privacy altrui e premesso che ogni forma di bullismo va assolutamente condannata e denunciata, bisogna fare un attimo il punto della situazione. Partiamo da principio.

Diletta Leotta è una bellissima ragazza e una giornalista sportiva molto preparata. Fin qui niente da obiettare. Vieni invitata a partecipare all prima serata del Festival di Sanremo per portare una testimonianza importante su una deviazione sociale targata 2.0 e cosa fai? Scegli di indossare un abito molto audace che non solo mette in mostra le tue meravigliose forme ma ne scopre altrettante? Scivolone pazzesco.

Diletta leotta sanremo

Ora non dico che doveva presentarsi con la tonaca stile Suor Cristina ma, visto il motivo della sua partecipazione, poteva tranquillamente scegliere qualcosa di elegante e meno provocante. Quanto all’eleganza dell’abito in questione avrei altro da aggiungere ma, non essendo né un fashion blogger né un esperto di moda, evito commenti. L’unica cosa che posso dire è che personalmente l’ho trovato inadatto e poco elegante. Ma resta un mio gusto personale. Fatto sta che l’abbinamento abito e tema da trattare non ha destato solo il mio stupore. In molti hanno espresso pareri discordanti e anche un post di Caterina Balivo su Twitter ha fatto riflettere. La Balivo, riferendosi alla Leotta, ha così twittato: “non puoi parlare della violazione della privacy con quel vestito e con la mano che cerca di allargare lo spacco della gonna”. Ca va sans dire…

Diletta Leotta Sanremo 2017

Gelosia tra prime donne del piccolo schermo? Invidia? Cattiveria gratuita? Lascio a voi trarre le conclusioni ma, sinceramente, trovo che il post della Balivo non sia del tutto errato. Nell’epoca dei social network tutti siamo pronti a commentare e ad esprimere il proprio parere, se sei un personaggio pubblico sai benissimo che questo fa parte del gioco e, come si dice, “nel bene o nel male purché se ne parli”! Oltretutto sei in euro visione con Sanremo e sai perfettamente che non passi inosservata.

Detto questo, ribadisco il concetto: per un tema così delicato anche l’abito gioca un ruolo importante. Del resto la comunicazione non è solo verbale ma è anche nei movimenti e nel modo di interagire anche con gestualità e fisicità. Vogliamo entrare nel più classico dei cliché? L’abito, in determinate circostanze, fa il monaco. Apro e chiudo una piccola parentesi: il cyber bullismo va combattuto ed è qualcosa di squallido e malato però, perché c’è sempre un però, se non ti “selfie” le parti intime o in situazioni scomode, non corri nessun rischio. Questo a Sanremo non è stato detto ma mi permetto di dirlo io a tutti coloro che mi seguono: ragazzi la vostra intimità lasciatela tale. Niente pc, tablet o smartphone.

Alla Leotta faccio comunque i miei personali auguri per una carriera brillante e ho deciso di dedicarle un piatto facile, gustoso, senza troppa estetica per suggerirle quel pizzico di sobrietà in più: Gateau di patate alla Moreno.

Gateau di Patate alla Moreno

Ingredienti per quattro persone: 1kg di patate, sale, pepe, una mozzarella da 120 gr, un uovo intero, pan grattato, riccioli di burro, 4/5 wurstel piccolini di pollo. Perché alla Moreno? Perché evito la noce moscata. Prima di tutto pelate e lessate le patate. Una volta cotte schiacciatore bene e fatele freddare. Una volta fredde aggiungete sale e pepe a vostro piacimento e amalgamate bene. Tagliuzzate finemente sia la mozzarella che i wurstel e aggiungeteli al composto. Amalgamate ancora. Imburrate una teglia da forno e versatevi il composto rendendolo omogeneo. Coprire con pan grattato e riccioli di burro. Infornate fin quando non si formerà la crosticina in superficie. Servite caldo. Dal mondo dei Vip e della cucina per il momento è tutto. Ci vediamo, anzi, ci leggiamo la prossima settimana! Mi raccomando “Occhio al Vip e … leccatevi i baffi!

Comments are closed.