Editoriale

0
35
Uno scatto alla fine della giornata passata insieme alle bellissime Angelica e Matilde. Grazie a Mamma Beatrice che ci ha accompagnato e supportato nella realizzazione di un progetto particolare ed emozionante.  Nella foto assieme a me, alle piccole modelle ed alla super mamma manager Beatrice Gueli, la fotografa Martina Mariotti, lo Stylist Nicola Ievola, la make up artist Roberta Gioia e l'hair Stylist Luigi Gentile.
Uno scatto alla fine della giornata passata insieme alle bellissime Angelica e Matilde. Grazie a Mamma Beatrice che ci ha accompagnato e supportato nella realizzazione di un progetto particolare ed emozionante.
 

Nella foto assieme a me, alle piccole modelle ed alla super mamma manager Beatrice Gueli, la fotografa Martina Mariotti, lo Stylist Nicola Ievola, la make up artist Roberta Gioia e l’hair Stylist Luigi Gentile.

“Diceva un foglio bianco come la neve: ‘Sono stato creato puro, e voglio rimanere così per sempre. Preferirei essere bruciato e finire in cenere che essere preda delle tenebre e venir toccato da ciò che è impuro’. Una boccetta di inchiostro sentì ciò che il foglio diceva, e rise nel suo   cuore scuro, ma non osò mai avvicinarsi. Sentirono le matite multicolori, ma anch’esse non gli si accostarono mai. E il foglio bianco come la neve rimase puro e casto per sempre – puro e casto – ma vuoto.”

Khalil Gibran.

Questo mese ci siamo ispirati alla purezza. Cos’è puro? Qualcosa che non è mai stato contaminato, né moralmente né fisicamente. “Pulito, chiaro, non mescolato, casto” questo il significato della parola latina “purus”. Pura può essere una persona, il suo carattere o le sue intenzioni, puro può essere un elemento. Ma non mescolarsi, restare intatti è la soluzione? O meglio è contaminarsi?

Sfoglia FNM Magazine