La skincare del futuro punta al green

0
912

Dopo avervi parlato dei brand e delle novità più interessanti nel campo del makeup, oggi ci dedichiamo ad un breve excursus nel mondo della skincare al Cosmoprof Worldwide Bologna, con particolare attenzione alla cosmesi green. 

Uno stand che ci ha affascinato è stato l’italianissimo Biofficina Toscana, che dichiara “abbiamo voluto per i nostri prodotti estratti di piante coltivate in Toscana con il metodo biologico e biodinamico e pregiate materie prime toscane come l’olio di olivello spinoso ed il peperoncino da agricoltura biodinamica, l’olio di oliva ed il miele biologici. Tale scelta è stata operata con l’intento di valorizzare le risorse del nostro territorio perseguendo la filosofia del cosiddetto “Km 0”, con una riduzione delle emissioni di CO2 dovute al trasporto delle materie prime, nell’ottica di realizzare un progetto compatibile con l’ambiente in ogni suo processo”. I cosmetici Biofficina Toscana non contengono PEG, parabeni, siliconi, petrolati, coloranti, SLS o SLES, sono certificati  ICEA Eco Bio cosmesi e non testano sugli animali. Il loro best seller? Il balsamo concentrato attivo all’olio di oliva bio e alle proteine vegetali del fagiolo baccello.

Nata a Torino nel 1987, l’azienda Equilibra festeggia quest’anno i suoi 30 anni di attività, e li festeggia in grande con l’inserimento di nuovi prodotti nella loro gamma, come la linea Argan e i nuovi dentifrici gel, ma non solo. L’azienda, partner di Miss Italia, ha voluto festeggiare poi con amiche e blogger attorno ad una grande tavola rotonda e con la bellissima Rachele Risaliti, Miss Italia 2016, condividendo i successi raggiunti in questi anni: “Il primo punto da mettere in rilievo – dice con orgoglio Maria Zuccarelli – è però l’italianità di Equilibra i cui prodotti sono al 98 per cento nazionali. Ed è italiana la nostra famiglia. Detto per inciso, le forze che costituiscono l’azienda a livello dirigenziale e manageriale sono donne”.

Dabba è un marchio cosmetico ancora poco conosciuto in Italia, ma scommettiamo che ne sentirete parlare sempre di più! Nasce dall’incontro tra la skincare e la natura del Nord, “Dabba” infatti in lettone si traduce in “Natura”. E ‘una storia di scuri, lunghi inverni della Lettonia ed estati brevi e colorate. I profumi, le essenze e le fragranze si discostano da quelle alle quali siamo abituati. Nella gamma di Dabba troviamo acque floreali, elixir di oli, oli viso e corpo, ma anche per capelli. Non testati sugli animali, vegani e creati responsabilmente rispettando la sostenibilità e la stagionalità.

Infine vi parliamo di Skin Up Phil Pharma, indubbiamente uno degli stand più visitati al Cosmoprof e uno dei brand più chiacchierati di recente, sul web e non solo. Il dispositivo presentato da Skin Up nebulizza un siero con principi attivi anti aging, a base di acido ialuronico. Il concept del brand nasce dall’idea che sia necessario rinforzare il meccanismo biologico attraverso un’idratazione quotidiana costante; il mix di attivi presenti nel prodotto costituisce una vera e propria fonte di energia immediata, che riporta la pelle ad un ottimo livello di idratazione e rallenta il processo di crono invecchiamento.

Fonte Video: Skin Up Phil Pharma

Altre foto che potete visualizzare nella gallery sono state scattate negli stand: Dr. Renaud, Oliv’, Foreo e Apiarium.

Docteur Renaud

Immagine 1 di 12

Admin Redazione