Back in black e “slogan mania”

Il nero protagonista indiscusso degli ultimi red carpet, mentre la slogan mania conquista passerelle e street style.
0
87

Il dress code dei David di Donatello ha avuto come leitmotiv l’utilizzo del nero per le donne che hanno presenziato alla serata. Seppur con qualche eccezione di colore con stampe floreali e colori sgargianti, le attrici hanno prediletto un total black, accompagnato di tanto in tanto da paillettes o spezzato dal bianco. Gli Oscar del cinema italiano sono stati condotti da Alessandro Cattelan presso gli Studi De Paolis di Roma la sera del 27 Marzo e hanno visto la partecipazione di molte star del panorama nazionale. Tra le tante, Valeria Bruni Tedeschi, vincitrice del premio come miglior attrice protagonista per la sua interpretazione ne “La pazza gioia”, che ha indossato un long slip dress nero e brillante firmato Armani Privé.

Stesso brand per le ex modelle Eva Riccobono, splendida in un abito statuario tempestato di paillettes con spalline e profondo scollo sulla schiena, e Kasia Smutniak, che ha reso sensuale un semplice tuxedo anche lei con scollo posteriore. Sobria in modo non convenzionale per i suoi standard Nina Zilli in Vivienne Westwood e dal tocco futurista in black and white Valeria Bilello con un outfit firmato Louis Vuitton.

Diverso red carpet, stesso colore predominante. Anne Hathaway era da un po’ lontana dai riflettori e per il suo ritorno, in occasione del film “Colossal” che la vede protagonista, ha scelto un look che non passa inosservato. Con dettagli in seta ricamata, l’outfit era della collezione primaverile del 2006 Giorgio Armani Privé. In linea con la posizione presa dalla collega Emma Watson, che ha scelto di indossare solo abiti ecosostenibili o vintage.
Black addicted anche Astrid Berges-Frisbey, in tuxedo Saint Laurent, reso super sexy dalla lingerie in bella vista, alla premiere parigina di “Ghost in the Shell”. Victoria Beckham, invece, personalizza una delle più grandi tendenze della primavera estate 2017, la slogan mania. Mentre sulle passerelle spopolano messaggi femministi, come quello sulla ormai iconica t-shirt bianca Christian Dior su cui si legge “We Should All Be Feminists” o la scritta “We Are All Human Beings” di Creatures of Comfort, la ex Spice Girl risponde a chi la accusa di prendersi troppo sul serio con il suo personale slogan. Sulla maglietta con cui è stata avvistata all’Aeroporto Internazionale di Los Angeles campeggia la scritta “Fashion Stole My Smile”, in un gesto di autoironia che spiega il suo essere sempre imperturbabile.

Anne Hathaway in Giorgio Armani Privé