Alejandro G. Iñárritu: il nuovo progetto alla Fondazione Prada

Il nuovo e inedito corto sperimentale firmato dal regista messicano due volte premio Oscar.
0
17

“Sono come dei sogni che mi porto dietro per tanto tanto tempo, sapendo che un giorno mi sveglierò e li realizzerò” così il noto regista Alejandro González Iñárritu definisce i suoi film che nascono dopo anni di ricerche. È il caso del suo ultimo lavoro realizzato in collaborazione con il direttore della fotografia tre volte premio Oscar Emmanuel Lubezki.

Alejandro González Iñárritu, dopo quattro anni, è finalmente riuscito a portare a termine il nuovo cortometraggio, si tratta di un corto sperimentale di realtà virtuale prodotto da Legendary Entertainment e Fondazione Prada. ILMxLAB, il nuovo dipartimento di Immersive Entertainment della Lucasfilm, progetterà ambientazione e personaggi virtuali.

La trama del tanto atteso progetto del regista, sceneggiatore e produttore cinematografico originario di Città del Messico, racconta la difficile vicenda di un gruppo di persone che tentano di attraversare il confine tra Messico e Stati Uniti, sfruttando le tecnologie di ultima generazione.

Il regista due volte premio Oscar per i film Revenant e Birdman, aveva già collaborato nel 2009 con la Fondazione Prada, realizzando un progetto ideato appositamente per lo spazio milanese in collaborazione con il critico cinematografico Elvis Mitchell. Una selezione di 15 film dal titolo “Flesh, Mind and Spirit” e in merito a questo lavoro, Alejandro G. Iñárritu aveva dichiarato: “Nonostante la natura estremamente eclettica di questa selezione, si può trovare un elemento in comune: le esperienze ricche di emozioni che i diversi film riescono a suscitare. Tutti hanno provocato in me appetiti che non avrei mai immaginato di avere”.

Ormai non manca molto all’anteprima mondiale del cortometraggio prevista per la primavera 2017 alla Fondazione Prada di Milano. Stay tuned.