Sundance Film Festival: London 2017

Svelato il programma della manifestazione che si svolgerà dal 1° al 4 giugno presso il cinema Picturehouse Central di Londra
0
250

Il quartiere Soho di Londra sarà in fermento dal 1° al 4 giugno per ospitare all’interno del cinema Picturehouse Central l’edizione 2017 del Sundance Film Festival: London. La rassegna del cinema indipendente, che trae origine dall’omonimo festival americano, proporrà quest’anno 14 lungometraggi e 15 corti. I film sono stati selezionati dal team di programmazione Sundance Institute, il cui presidente e fondatore è Robert Redford, in collaborazione con Picturehouse. Tra le pellicole, già presentate in anteprima mondiale a gennaio al Sundance Festival di Park City, in Utah, sarà “Beatriz at Dinner” ad inaugurare il Sundance London 2017.

Diretto da Miguel Arteta e sceneggiato da Mike White, il film vede come protagonista principale Salma Hayek, che recita al fianco di John Lithgow, Connie Britton, Chloe Sevigny e Jay Duplass. Beatriz, un medico sanitario di origini messicane che vive e lavora nella California del Sud, si scontrerà durante una cena con un crudele miliardario dal carattere opposto al suo. Il direttore del Sundance Film Festival: London, John Cooper, si è detto entusiasta della scelta di portare questa pellicola alla quinta edizione della manifestazione londinese.

Novità della rassegna del 2017 sarà la presenza di un film a sorpresa scelto tra quelli proposti a Park City e svelato il 2 giugno, che potrebbe includere tra i candidati anche una pellicola fuori programma come “I Don’t Feel at Home in This World Anymore” di Macon Blair, vincitore del premio Grand Jury come miglior film drammatico americano. Inoltre, per la prima volta, quest’anno sarà inserito anche il Sundance Film Festival: London Audience Favorite, un premio assegnato dal pubblico, affinché possa essere maggiormente coinvolto e partecipe.

Tra gli altri film in concorso, “Show The Big Sick” di Michael Showalter, “Bitch” di Marianna Palka, “The Incredible Jessica James” per la regia Jim Strouse, “Walking Out” di Akex e Adam Smith. A chiudere la manifestazione, “A Ghost Story” diretto da David Lowery, con Rooney Mara e Casey Affleck; un dramma che vede al centro della storia un uomo, morto in un incidente stradale, che osserva la sua amata in veste di fantasma. Chissà se gli attori protagonisti di questa nuova pellicola riusciranno ad eguagliare o superare le interpretazioni di Patrick Swayze e Demi Moore nell’indimenticato “Ghost” del 1990, con cui il confronto è inevitabile.