Manhattan di Woody Allen nuovamente al cinema

Dall’11 maggio le sale italiane ospitano il classico restaurato del 1979
0
243

Formato panoramico, bianco e nero, scene cult, attori di rilievo nel panorama cinematografico, sono questi alcuni degli ingredienti che caratterizzano il film Manhattan del 1979, per la regia di Woody Allen. Una pellicola appartenente agli annali della storia del cinema che viene restaurata e torna al cinema dall’11 maggio. Diane Keaton, Maryl Streep, Mariel Hemingway, nipote di Ernest Hemingway compongono il cast accanto al regista Allen che si presta anche come attore nel ruolo dell’autore televisivo Isaac Davis.

 

 

Una New York di fine anni Settanta fa da sfondo alle vicende amorose dei protagonisti, intellettuali di trenta e quarant’anni. Non mancano le citazioni erudite e divenute ormai famose, come la lista delle cose per cui valga la pena vivere che nel film vengono memorizzate in un registratore. Ed ecco così che le varie motivazioni che sostengono questa importante causa includono le scelte musicali e letterarie, rendendo la cultura un vero pilastro dell’esistenza umana.

 

 

Nell’ambito della rassegna il Cinema Ritrovato, a cura della cineteca di Bologna, il capolavoro di Woody Allen Manhattan, omaggio alla sua città, verrà presentato al fine di conservarne la memoria storica cinematografica e suscitare un interesse anche nelle nuove generazioni, cercando un approccio che riesca ad incuriosire lo spettatore. Questo in base ad alcuni degli obiettivi che si pone la rassegna nata nel 1986. Tra le curiosità che ruotano attorno alla pellicola, le dichiarazioni rilasciate in passato dallo stesso Allen hanno rivelato che la fonte d’ispirazione è stata la sua passione per la musica di George Gershwin, autore della colonna sonora.