La Prima edizione del Festival del Cinema Azerbaigiano

La Casa del Cinema ospita il Festival del Cinema Azerbaigiano dal 22 al 24 Giugno
0
159

Dal 22 al 24 Giugno, a Roma presso la Ca­sa del Cinema (Villa Borghese), si terrà un evento ass­olutamente straordin­ario: il Primo Festi­val del Cinema Azerb­aigiano, organizzato dall’ambasciata in collaborazione con la Fondazione Heydar Aliyev e il Ministero della Cultura azero.

In occasione di questa prima edizione, saranno presentati 7 lungometraggi e 2 documentari.

A inaugurare il festival, sarà la prima nazionale di “Ali e Nino”, un film incentrato sull’omonimo romanzo dello scrittore azerbaigiano Essad Bey, sepolto in Italia, a Positano. Un caposaldo della letteratura azerbaigiana.

Un’avvincente storia d’amore tra due giovani, ambientata agli inizi del XX secolo. Lui musulmano azero e lei cristiana georgiana. I due sfidano le loro famiglie sposandosi. In un primo momento, sembra che il loro amore sia sufficiente a superare ogni cosa, ma il loro legame viene messo a dura prova dal peso delle tradizioni e dallo sconvolgimento della prima guerra mondiale. Una storia mozzafiato che valica i confini politici, geografici e religiosi. 

Il film vanta un cast internazionale. Tra gli interpreti, troviamo l’attore italiano Riccardo Scamarcio, diretto dal premio Oscar Asif Kapadia, con sceneggiatura di Christopher Hampton e produzione esecutiva di Leyla Aliyeva, vice presidente della Fondazione Heydar Aliyev.

Una pellicola che racconta non solo la cultura e la società azera, ma presenta Baku come città multiculturale, come l’Azerbaigian. Il tema della multiculturalità si ritrova anche nel documentario, in programma sabato mattina, “Sotto un unico sole”, che da’ anche il nome al padiglione azero alla Biennale di Venezia.

Il 23 e 24 giugno saranno presentate le altre 8 opere, con temi che spaziano dalla storia alla realtà contemporanea dell’Azerbaigian. Le proiezioni saranno sottotitolate in italiano.