Vittorio Camaiani ispirato da Marrakech

Nasce da un viaggio in Marocco la nuova collezione dello stilista marchigiano.
0
78

Il giardino di Marina Ripa di Meana ha ospitato la sfilata di presentazione della collezione FW “Vittorio Camaiani a Marrakech”. Lo stilista marchigiano ha preso spunto da un suo viaggio in Marocco per creare la collezione.

Vittorio Camaiani vuole rendere omaggio e far rivivere quello stile importato negli anni sessanta da Talitha Getty, la prima fashion icon che dal Marocco importò l’estetica etno-chic. L’attrice e modella cercò di raccontare una terra misteriosa, ricca di contrasti e che può trasmettere tante emozioni inaspettate.

Presenti alla serata tanti volti noti, tra cui la principessa Ines Thedoli Torlonia, la Contessa Antonella Martini Vitetti con suo marito Tino Vitetti, l’attrice Lucrezia Lante della Rovere, l’attore Graziano Scarabicchi, la fotografa Tiziana Luxardo, la Marchesa d’Aragona, Jas Gawonski, Linda De Sanctis, Annarita Befera, Adriana Sartogo.

Il viaggio a Marrakech diventa per Camaiani un viaggio mentale dove crea collezioni sospese tra sartorialità e creatività. I colori principali dei tessuti sono quelli che ricordano le spezie del Marocco come il giallo, il rosso e l’ocra che troviamo nei poncho e nei tweed dei cappotti a vestaglia. Tra gli abiti da indossare di giorno, si distingue il colore blu indaco dei mosaici della Madrasa Ben Youssef che compare anche nei pantaloni o nelle tasche delle gonne in flanella grigia.

Tra gli abiti da indossare la sera, le bluse di organza di seta si colorano delle maxi tessere spruzzate di cristalli di un mosaico scomposto, e sono abbinate a pantaloni neri decorati con tessere multicolore. Le tute caftano e gli abiti da sera alternano sapientemente i batik dipinti a mano su disegno dello stilista alle lane ricamate. I cappelli richiamano, in versione femminile, il tipico fez marocchino.

Vittorio Camaiani FW 17/18