Natale Disney, un buon motivo per non crescere!

Principesse, storie d'amore, personaggi indimenticabili, così i cartoni animati illuminano il Natale.
0
576

È come tornar bambini, quando Natale significava anche immergersi nella magia dei classici Disney e farsi scorpacciate di fiabe e cartoni animati come non ci fosse un domani. Questo è uno dei buoni motivi per non crescere.

Incantarsi davanti alla tv senza che nessuno disturbi e sognare una riunione attorno all’albero, la neve e il calore di un camino acceso, magari in compagnia di Topolino, Belle o Cenerentola col suo principe azzurro.

Tutti, nessuno escluso, ci hanno insegnato ad amare, a credere nella magia, a desiderare il principe azzurro, a dar valore alla famiglia, ad essere gentili, a sperare nel lieto fine. Ci hanno insegnato che la speranza non muore mai e che, soprattutto a Natale, bisogna essere più buoni. Ebbene, nella speranza di non dimenticarli mai, abbiamo raccolto i personaggi e le scene più amate dei classici Disney, così da riportare alla memoria alcuni dei ricordi e delle emozioni più belle della vostra vita.

In cima alla top list c’è il nostro amico Topolino con la sua amata Minnie e gli amici Paperino, Paperina, Pluto e Pippo, tutti attorno all’Albero con biscotti di zenzero e lucine colorate. Alla cornice della famiglia perfetta si aggiungono Cip & Ciop, i due amici scoiattoli che vivono a Paperopoli, ma che qualche volta si spingono fino in città per andare a trovare nonna Papera. Felici più che mai, nel giorno di Natale arrivano anche Qui, Quo e Qua, i tre gemellini monelli che si divertono continuamente a fare scherzi allo zio Paperino.

Indimenticabile lo storico Pinocchio con il papà Geppetto, il grillo parlante e la balena. Riuniti attorno all’albero, con la sola musica di sottofondo, riportano alla mente le avventure di un burattino di legno che ha fatto la storia. Nessuna bugia, Pinocchio alla fine diventò un bambino.

Della serie “indimenticabili principesse” fanno parte Biancaneve e Cenerentola, quest’ultima col suo sogno di andare al ballo e la magia di un “bibidibobidibù” della fata madrina. Quale bambina non ha sempre sognato di indossare l’abito di Cindarella e arrivare a palazzo in carrozza? Un’immagine che non può certo mancare nelle storie da vedere a Natale.

Romanticissima la “La Bella e la Bestia”, scritta e prodotta per insegnarci che le apparenze ingannano e che l’amore va oltre ogni cosa. Belle al palazzo del principe, tra la neve e i suoi amici animali, indossa un mantello rosso e una luce negli occhi che sa di dolcezza.

“In fondo al mar” Ariel festeggia il Natale con Flounder e Sebastian; mentre Lilo & Stitch addobbano l’Albero in California.

Più recente è il cartone animato Monsters & Co, ambientato a Mostropoli, una città abitata da mostri di ogni genere. Anche laggiù si festeggia il Natale, così come a Toy Story, il pianeta dei giocattoli che parlano, il sogno di ogni bambino, gli amici di tutti noi. Perché chi, anche da grande, non ha il suo giocattolo preferito in fondo all’armadio? Ogni tanto viene fuori, porta a galla i ricordi e poi torna a dormire.

Infine, per le amanti del ghiaccio e delle storie d’amore c’è lei, Elsa di Frozen, con il suo amico pupazzo di neve Olaf, e Anna. Una storia avvincente come quella di Rapunzel, la principessa dai lunghissimi capelli che sprigiona magia in ogni dove.

TOY STORY