Mare cristallino, spiagge misteriose e ottimo cibo: Caraibi? No! Le Isole Ponziane.

Un excursus alla scoperta di due piccoli gioielli del Mar Tirreno.
0
58
Ponza

Le Isole Ponziane, sono un arcipelago di origine vulcanica nel Mar Tirreno, al varco delle coste del Golfo di Gaeta.

La magica Ponza, situata davanti al Golfo, è la maggiore di questo complesso, che comprende anche Zannone, Palmarola e Ventotene.

La sua storia incredibile parte da molto lontano, precisamente nel VIII secolo a.C. quando fu colonizzata dai Greci, cui sono attribuibili una costruzione sotterranea funeraria e un acquedotto. Anche il suo nome, deriva dal greco antico Pòntos, ossia “mare”.

Nel 312 a.C. anche i Romani si interessarono alla piccola isola del Mar Tirreno, etichettandola già come “luogo di villeggiatura”.

Già, perché Ponza, con il suo fascino selvaggio, le sue acque blu cobalto, le sue piccole spiagge candide dai nomi che rievocano le “Mille e una notte”, non poteva che affascinare chiunque la visitasse.

L’isola con il tempo ha acquistato fama non solo per lo spettacolo naturale che ci offre, ma anche per la popolazione che pian piano ha cominciato ad arricchirla, con casette bianche, ristorantini deliziosi, e locali per tutti i gusti, rendendola un centro di attrazione molto ambito nel Lazio.

Nonostante negli anni Ponza abbia scelto una via estremamente “cool”, ha mantenuto sane alcune delle tradizioni più belle a mio parere, ovvero le Feste Tradizionali, elemento indispensabile nelle calde sere d’estate. Il 20 giugno ad esempio si festeggia San Silverio (Patrono dell’isola). E’ la ricorrenza più importante siccome i ponzesi sono molto devoti al loro patrono. Il 15 agosto invece, troviamo la Festa della Madonna Assunta: la piccola Ponza diventa una grande luce colorata, dove divertimento e fuochi d’artificio al chiaro di luna sono un must.

A 40 km a nord-ovest è situata l’isoletta di origine vulcanica, Ventotene. Anche lei, contornata da un mare cristallino ha un piccolo centro abitato che si è sviluppato intorno alla roccia dominante il porto romano, al quale è unito da una bellissima rampa, realizzata in epoca borbonica.

Da li a pochi metri di distanza sorge il principale punto d’attracco per i traghetti ed aliscafi.

Ventotene custodisce due delle cale più suggestive e belle di tutto l’arcipelago, Cala Rossano e Cala Nave. Proseguendo dalla prima caletta si trova Punta Eolo, capo settentrionale dell’isola, dove risiede una bellissima villa imperiale, voluta fortemente dall’Imperatore Augusto, che la rese meta delle sue vacanze estive.

Anche lei, come la sua vicina di casa Ponza, è meta ambita durante l’estate, garantendo alla sua popolazione un commercio locale particolarmente vivo. Sicuramente la movida è meno frenetica di Ponza, ma non per questo meno amata!

Per gli amanti della sconfinata natura è una meta ideale, dove ricrearsi tra mare, escursioni ed immersioni, per gli amanti della storia che amano immergersi in percorsi straordinari alla ricerca dell’antico tra rovine greche e romane.

Una cosa certa è sicuramente il buon cibo in entrambe le isole Ponziane. Verranno soddisfatti tutti i palati, amanti del pesce, della carne e anche buongustai dei dolci.

Ma come raggiungere questi piccoli paradisi?

I traghetti e gli aliscafisono mezzi sicuri e veloci che vi permetteranno di raggiungere le due Isole in poco tempo.

Di seguito riportiamo orari e prezzi dei traghetti e aliscafi per Ponza da Napoli.

Non resta che consigliarvi di prenotare il prima possibile la vostra vacanza alla scoperta di Ponza e Ventotene, con la sicurezza che resterete incantati dai meravigliosi paesaggi!