Natale green e amico del pianeta? Ecco come fare

Road to green 2020 ha diffuso un decalogo per rendere le festività più sostenibili per l'ambiente
0
34

Luci, ghirlande e il profumo di cannella e canditi nell’aria. Ci avviciniamo al Natale! Un periodo che per noi è gioioso e ricco di calore, ma che mette a dura prova il nostro pianeta. Nelle settimane delle festività, infatti, crescono notevolmente i consumi elettrici, per alimentare addobbi, albero e presepe, così come quelli del gas, per riscaldare le case in occasione di cene con amici e parenti, dopo le quali si resta insieme fino a tardi. Inoltre, tonnellate di cibo e di rifiuti di ogni sorta finiscono nelle pattumiere.

“Questo è davvero un periodo magico, in cui si ricopre la gioia di trascorrere del tempo con chi si ama e, in fondo, si torna quasi bambini, ma non può rappresentare una simile minaccia per il nostro pianeta“, ha detto Barbara Molinario, Presidente Road to green 2020, “ciò non vuol dire rinunciare ai festeggiamenti, ma, semplicemente, adottare dei comportamenti corretti e più ecosostenibili”.

Ecco, dunque, il decalogo di Road to green 2020 per un Natale green e amico del pianeta:

  1. Al posto delle vetrofanie in plastica scegliete decori da appendere alle finestre in materiali come legno, metallo, carta, lana. Hanno il vantaggio di essere riutilizzati più volte e, se ne avete il tempo, potete realizzarli assieme ai bambini.
  2. Date sfogo alla creatività per i regali di Natale! Lavori a maglia o all’uncinetto, biscotti o ciò che sapete fare. Potete cimentarvi anche nel riciclo creativo. Sul web ci sono moltissimi tutorial che spiegano come trasformare materiale di scarto in splendidi oggetti ornamentali. In questo modo non state solo facendo un regalo, ma donate il vostro tempo.
  3. Quando acquistate un regalo, fate attenzione a cosa state realmente comprando. Se volete regalare abiti, sceglieteli in tessuti naturali e non trattati con agenti chimici tossici. Molte aziende vantano certificazioni ambientali che possono orientare le scelte. Se, invece, volete regalare dei cesti, meglio optare per quelli equo-solidali.
  4. Incartate i regali con buste riutilizzabili o con carta riciclata e riciclabile.
  5. Cercate di non eccedere troppo con i consumi energetici, scegliendo, quando possibile, lampadine a LED. Il LED, infatti, consente un risparmio energetico compreso tra il 50 e l’80%. Ricordate di spengere le luci di albero e presepe la notte e quando non siete in casa. Risparmierete in bolletta e l’ambiente ringrazierà.
  6. Per le cene e i pranzi, evitate di usare stoviglie di plastica usa e getta. Meglio optare per alternative più ecologiche e compostabili, come quelle realizzate a partire dagli scarti delle mele.
  7. Fate attenzione al carrello della spesa. Fate sempre una lista di ciò di cui avete realmente bisogno, evitando di comprare cose in eccesso. Se anche in questo modo il cenone e il pranzo di Natale lasceranno molti avanzi in frigo, invitate amici e parenti per cena, o condivideteli con chi ne ha bisogno, donandoli, ad esempio, alle associazioni che si occupano di dare un pasto a chi è solo e in difficoltà.
  8. Privilegiate alimenti locali e stagionali, provenienti preferibilmente da agricoltura biologica.
  9. Alcune specie animali, come il tonno rosso e l’anguilla, negli ultimi anni hanno visto ridursi notevolmente il numero degli esemplari, e sono considerati a rischio di estinzione. Meglio scegliere altro per i nostri pranzi e le nostre cene.
  10. Donate! Che si tratti del vostro tempo per aiutare qualcuno, del vostro amore per rendere felici le persone a voi vicine, di un sostegno materiale o economico ad una causa benefica e di utilità sociale. Riscoprite la gioia della condivisione, dello stare insieme e di fare qualcosa per chi ne ha bisogno.