Intervista a Deborah Xhako: La nuova stella nascente del pop futuristico

Deborah Xhako, semifinalista nella quinta edizione di “The Voice of Italy”, esce con il suo primo singolo “Let Me Fall”.
0
38

Qualche giorno fa, esattamente l’11 Gennaio è uscito in radio e sulle piattaforme digitali il primo singolo di Deborah Xhako, la cantante di origini albanesi che ha partecipato alla quinta edizione del talent show di Rai 2The Voice of Italy dove Francesco Renga, riconoscendo il suo grande talento, l’ha addirittura considerata come la nuova Dua Lipa italiana.

Let me fall”, è il titolo del brano prodotto dalla Mapples Production di Massimiliano Lazzaretti e Tatiana Mele. Il progetto musicale vede la collaborazione di professionisti come Carlo Di Francesco a cui è stato affidato il mix del brano e Pietro Caramelli di Energy Mastering per il master.

Il brano è molto profondo perché parla di una storia di amore e violenza. È il racconto di una ragazza che vive una relazione tormentata e violenta senza esserne consapevole. “Let Me Fall” che tradotto significa “fammi cadere tra le tue braccia”, descrive una giovane donna ingenua e pura che si fida ciecamente del suo compagno ed è convinta di vivere una sintonia perfetta, un amore che sarà per sempre. Purtroppo tutto questo non è reale, quello che sta vivendo, invece, è un amore malato, che le sta distruggendo l’anima. “Let me fall è un brano intenso che parla di un amore composto da quelle false convinzioni che purtroppo troppe volte sfociano nella violenza. Era da tempo che sentivo l’esigenza e il bisogno di scrivere qualcosa che parlasse della storia d’amore di una ragazza che come tante, non riesce ad ammettere a se stessa quanto male questa le stia causando”, ha affermato la cantante.

Parole dal testo forte, delle quali lei stessa è autrice, che affronta una tematica attuale e drammatica, ma anche una canzone interessante dal punto di vista musicale, grazie ad un sound originale che rivela elementi importanti della personalità di questa artista emergente; sonorità pop-elettroniche ed influenze “Future Bass”, un punto d’incontro tra due mondi che raccontano al meglio la matrice artistica di Deborah Xhako. “Let Me Fall è tra i primi brani che ho scritto e rappresenta a pieno il mio background musicale. Da sempre mi ha affascinato il mondo dell’elettronica e la sperimentazione di sonorità nuove e particolari come il Future Bass. Da queste influenze è nata in me l’esigenza di trovare un sound che mi rispecchiasse totalmente, e Let Me Fall è proprio questo”, ha dichiarato Deborah.

Ma, lasciamo che sia lei in prima persona a parlarci di sé e della sua musica; di seguito l’intervista che abbiamo avuto il piacere di realizzare con Deborah Xhako.

I cantanti che partecipano a “The Voice of Italy” generalmente hanno più difficoltà ad inserirsi nel panorama musicale. Perché hai scelto di partecipare a questo talent e non provare, invece, quelli concorrenti? Quali erano le tue aspettative a riguardo?

Ritengo la mia partecipazione a “The Voice of Italy” una delle esperienze più importanti della mia vita; l’ho vissuta a pieno senza alcun pregiudizio. L’insegnamento dei coach, il confronto e la competizione con i miei colleghi mi ha fatto crescere e superare paure e timori che prima mi limitavano. Per una mia partecipazione ad altri talent, mai dire mai”.

Hai iniziato il 2019 debuttando con il tuo nuovo singolo “Let me Fall”. Quali saranno i buoni propositi per quest’anno? Uscirai con un album tutto tuo?

Let Me Fall rappresenta il punto di partenza del mio percorso da cantautrice ed è sicuramente solo un assaggio del progetto a cui sto lavorando da tempo, insieme al mio team di professionisti che mi appoggia e cura ogni dettaglio. Tra i buoni propositi c’è quello di farvi ascoltare finalmente il mio album che prevede brani prevalentemente in italiano. Unire le sonorità di Let Me Fall alla nostra lingua è una grande sfida, che mi crea sempre gli giusti stimoli per continuare a sperimentare”.

Il tuo stile musicale si avvicina molto a quello dei paesi anglosassoni con sonorità che presentano un mix tra pop ed elettronica. Ti ricordi quando hai cominciato ad avvicinarti a questa musica?

Le sonorità pop elettroniche sono alla base del mio progetto e del mio stile musicale. Sono cresciuta ascoltando artisti come Rihanna, Sia, The Black Eyed Peas. Ciò che mi ha sempre affascinato del loro mondo musicale è la loro continua ricerca di nuove sonorità. Il sound per me è molto importante e determinante in quanto influenza il mio approccio alla scrittura e alla composizione”.

C’è stato un momento nella tua carriera musicale in cui hai pensato di non farcela?

Il viaggio per me è appena iniziato. Sono molto giovane e devo ancora imparare tanto da questo circuito. Quello che in questo momento per me conta davvero, è fare quello che mi fa stare bene: la musica”.

Dietro questo singolo c’è stato un gran bel lavoro e tanto impegno. È il risultato di un progetto che speriamo per la cantante vada il più avanti possibile.