Panettone da Tiffany: 15 regali di Natale per fashion addicted

15 modi per essere felici a Natale
0
716

Finalmente è Natale e finalmente ci liberiamo di questo penosissimo 2020 che, quanto meno, ci ha regalato qualche meme indimenticabile per la serie “pessimismo e fastidio… ma ridiamoci su”.

Doppio motivo per festeggiare, doppio regalo sotto l’albero. Carenze di affetto da distanziamento sociale? Abbracciate una nuova borsa di Bottega Veneta… è così soft! Sigh!

Con grande fatica (per l’imbarazzo della scelta), come ogni anno, eccomi ancora qui a selezionare e scegliere per voi lettori quindici meraviglie fra i vezzi di lusso più ambiti della stagione. Affilate le MasterCard… si comincia!

Fatevi regalare quella maledetta scatoletta verde Tiffany!!!!!

Certo, meglio piena che vuota (ebbene si, su ebay le trovate anche vuote… ma che tristezza!). La nostra selezione per questo Natale parte proprio dall’immagine romantica di Audrey Hepburn, con una fetta di panettone senza canditi davanti la vetrina della gioielleria più amata al mondo. Raffinatissimo, minimal, moderno: il bracciale in oro Wire dalla collezione Tiffany T. Le varianti accontentano tutti i gusti, ma il tocco di madreperla è davvero cool.

In principio fu il cappello…

La meravigliosa storia di Coco Chanel parte proprio dal cappello. Ma questa è una storia a parte che merita una lettura a parte. Se volete approfondire vi rimando (clicca quiiii!) alla bella chiacchierata che ho avuto modo di fare con Roberta Damiata, autrice del libro “Coco Chanel. Unica e insostituibile”. Erano in feltro i cappelli che la zia di Coco Chanel realizzava quando la designer era ancora una bambina e da cui si scatenò quella fortunata scintilla. L’heritage continua: questo cappello in feltro racchiude tutta l’essenza Chanel dal bianco/nero alle perle.

Rosso Natale o Rosso Valentino?

Tinta emblematica per la Maison Valentino che rappresenta un ideale di donna ben precisa: il colore degli imperatori veste una femminilità forte, un’eroina. Certo, certo… è un colore importante che non si può portare sempre. Per questo motivo la cintura reversibile è una scelta veramente smart. La pelle di vitello nera per i giorni più sobri, quella rossa per i giorni più tosti. Il tutto arricchito dalla signature VLOGO dorata. Top!

Retrò, festivo e cozy

Lo stile vintage di Gucci è timeless. Il cardigan oversize in lana “si veste” con il logo anni ’70 del brand italiano e si arricchisce di un filo di lamè color oro che lo rende decisamente festivo.

È l’ora di Hermès

Puntualissimi con l’orologio Heure H di Hermès. E perchè? Perché vorrete sempre guardarvi il polso… che domande! È in acciaio placcato oro giallo con quadrante bianco e cinturino intercambiabile in pelle di vitello Barènia naturale.

Missione minimalismo natalizio

Se vi ritrovate a dire spesso “troppo logo, si vede la firma, lo trovo molto cheap, ma ce l’hanno tutte, che schifo, è un’inutile ostentazione, sembra un cartellone pubblicitario, ma anche no”, ho io la cosa giusta per voi! È una borsa che racchiude un modo di essere: linee pulite, pregiata nei materiali, sofisticata nel design, sobria nel complesso ma con quel tocco di colore che la rende unica. La Iside Mini di Valextra (senza urlare al mondo che sia di Valextra grazie all’assenza di logo), disponibile svariate tonalità, è una perfetta alleata di bellezza per grazia ed eleganza. Si indossa a tracolla per i look daily, a mano per gli outfit più formali. La amerete.

Se ti senti un po’ diva…

Il profumo in ampolla con vaporizzatore e nappina in velluto, la spazzola intarsiata con crini morbidi, un mazzo di camelie bianche, uno specchio in stile edoardiano, il piumino per la cipria con dettagli in argento. Ho già visualizzato questa diva d’altri tempi la cui reminiscenza mi riporta subito a questa fascia Max Mara in delicato raso di seta con un fine ricamo floreale. Che classe!

Il capriccio per eccellenza

È da tempo che valuto la questione calze di designer. Ma quando vedo quei costosissimi collant con il logo Gucci o Fendi, il mio pensiero immediato è: le sfilerei dopo cinque minuti e sarebbe come dare fuoco ad un paio di carte da cento euro. Mai. Ed ancora, mi chiedo: ma come fanno le donne ad indossare calze da cinque denari senza distruggerle? Arcani. Il compromesso: benvenuti sotto l’albero di Natale cari calzini Dior in resistente cotone tecnico! Dovrei seriamente impegnarmi per bucarvi.

Tutte la chiedono, tutte la vogliono, Bottega Venetissima, la la la la laaa!

“Presto a Bottega che l’alba e già”… e se lo dice perfino Rossini! Questa incursione musicale per presentare la borsa del momento, anzi, le borse del momento, quelle di Bottega Veneta. Dalla Pouch, alla Cassette, con o senza maxi chain. Questa è la Mini Pouch in pelle di vitello intrecciata nella tonalità Sandalwood.

Le scarpe sono il perfetto auto-regalo

Non regalatele, non fatevele regalare. Se c’è una cosa in moda che è strettamente personale si tratta delle scarpe. Lasciate perdere questa malsana idea se volete regalarle a qualcuno. Pensate ai vostri piedi, perfavore. Ma torniamo a noi: idea stuzzicante sono le ballerine in velluto con maxi chain. Le hanno proposte in molti, ma queste di N.21 sono fra le più sfiziose, soprattutto per le varianti cromatiche per nulla banali come il color mostarda.

Odio il freddo ma con te sarebbe tutto diverso!

Innamorarsi di un cappotto. Oltre ai grandi classici da guardaroba, ovvero i basic, scegliete anche qualcosa di più audace. Qualcosa che racconti della vostra personalità. Se siete creativi ed avete sempre tante idee per la testa questo patchwork di tessuti firmato Missoni potrebbe lasciarvi col naso incollato alla vetrina. Ha un taglio kimono e si chiude in vita con una cintura in match. Azzeccatissimo per dare tono ad un outfit monocromatico.

The New Lolita

Alla ricerca di un accessorio più eccentrico? Non storcete subito il naso: gli occhiali New Wave SL 181 LouLou di Saint Laurent sono tremendamente chic! Soprattutto in bianco avorio. Sono disponibili in quattro diverse colorazioni ed hanno un formato oversize con taglio a cuore cat-eye che vi trascinerà immediatamente su un set hollywoodiano. E di essere fighi, sono fighi!

Packaging … che obsession!

Quando scartate il vostro articolo di lusso, non siete irrimediabilmente innamorate della scatola, del fiocco annodato alla perfezione o della ricevuta riposta in un’elegante busta da lettere? E da Fendi questo lo sanno bene! Ed ecco arrivare la collezione FENDI ROMA tutta ispirata al packaging che accompagna i prodotti della maison: dal classico giallo intenso a questo delicatissimo rosa. Borse, foulard, mini borse…e poi eccolo: un adorabile portachiavi/charm da borsa in formato box, realizzato in pelle serigrafata effetto pergamena. Il lettering di Fendi è stampato in rilievo, mentre tutto l’hardware ha una preziosa finitura dorata. Dentro potete custodire un gloss o rossetto, i vostri auricolari, delle monete… insomma tutto ciò che di piccolo volete tenere a portata di mano. Non è semplicemente irresistibile?

Chi dorme non piglierà pesci, ma se prende La Perla… chissene di quelle triglie!

Il pigiama a Natale è il regalo più temuto dai bambini. Un mio cugino, tanti anni fa, ha avuto crisi di pianto compulsivo dopo averne scartato uno sotto l’albero. Come biasimarlo. Ma crescendo le cose cambiano ed un pigiama in seta è assolutamente cosa gradita!! Con questo sofisticato verde bosco, si può essere natalizi senza sforare sul dozzinale. Del resto, non credo sia possibile inserire la parola “dozzinale” in una frase che contenga anche il nome “La Perla”… ops, incredibile… l’ho appena fatto! 

Un gioiello per gioielli

Last but not least il regalo più costoso della mia lista, nonchè il più bramato da tutte le amanti di Louis Vuitton e dei vecchi bauli vintage. Pensato per il viaggio, ma perfetto come complemento d’arredo, questo cofanetto per gioielli è un vero tesoro. Rivestito in tela monogram, al suo interno ha diversi comparti foderati in velluto rosso per riporre in modo iper organizzato collane, bracciali ed anelli.