“Adotta un’artista” è la nuova campagna mondiale di Atelier Montez, a sostegno del progetto be**pART

La nuova campagna “Adotta un’artista” nasce dalla volontà di proteggere un settore vittima della pandemia, quello dell’arte e degli eventi
0
292

Questo periodo ha messo al tappeto molti settori lavorativi, alcuni più di altri; quello dell’arte, dello spettacolo e degli eventi sono le principali vittime dell’orribile periodo che stiamo vivendo.

La cultura dell’arte e della bellezza è lontana dal suo pubblico da un anno ormai. Questa è la motivazione che ha spinto l’Atelier Montez, spazio creativo fondato da Giò Montez e situato in zona Pietralata a Roma, a rialzarsi e reinventarsi.

La mostra be**pArt

Proprio un anno fa, nel Marzo del 2020 veniva inaugurata all’interno dell’Atelier “be**pArt” la mostra d’arte collettiva più grande di sempre. Di lì a poco, la chiusura totale.

In poco tempo la mostra ha ospitato più di 45mila opere, 1500 di adesioni da parte di artisti e tanta voglia di portare in alto l’arte. Purtroppo tante cause concatenate non hanno dato la possibilità di ripartire.

Durante la giornata del 9 marzo però, l’intera collettiva curata da Marcella Magaletti e dagli ambasciatori di be**pArt insieme al testo critico di Sofia Celli e l’artista Giò Montez, è stata ospite presso la Camera dei Deputati. Durante l’evento hanno partecipato: il consigliere del Municipio IV di Roma Capitale Giovanni Ottaviano, il deputato Federico Mollicone, capogruppo Fratelli d’Italia in commissione Cultura, il giornalista e ufficio stampa Salvo Cagnazzo.

Sofia Celli ha presentato lo slogan che rappresenta a pieno la mostra be**pArt: “INSIEME SIAMO UNO TZUNAMI”. Come un’onda, anche la loro arte è in continua evoluzione e non si ferma mai, sino a raggiungere vette altissime.

L’iniziativa “Adotta un’artista”

La voglia di ripartire è tanta e si spera che possa essere colmata il prima possibile, intanto però è stata organizzata l’iniziativa “Adotta un’artista” per evitare che questi lavoratori indipendenti e le loro opere, si estinguano.

Le opere della mostra be**pART sono ora adottabili grazie alla piattaforma online bepart.gallery. Atelier Montez ha messo a diposizione dei “Kit di adozione digitale” per ogni artista, che una volta acquistati gli permetteranno di ricevere un compenso non solo economico, ma morale. Ogni kit è stato creato dipendentemente dal coefficiente artistico dichiarato, al quale dipenderà anche il suo valore. Sono disponibili 6 “Kit di adozione digitale”: supporter, estimator, patron, maecenas, visionary ed angel investor.

Tra gli artisti che hanno aderito a questa iniziativa, troverete: Michele Cossyro, Turi Sottile, Hermann Nitsch, Isaac Aden, Römer&Römer, Lamberto Correggiari.

Per ogni dubbio e curiosità, visitate il sito https://montez.it/adopt.

Sostenere l’arte ed il mondo degli eventi è l’unico modo per non farli spegnere.

Noi ne sappiamo qualcosa e come loro non vediamo loro di ripartire, con più carica di prima!

a cura di Elisa Guazzini