Conto vendita : cos’è e perché i franchising del settore hanno successo

Rifornimento senza obbligo di pagamento anticipato dei prodotti - scopriamo come funziona il Conto vendita
0
393

Tante persone, prima di lanciarsi nell’apertura di una nuova attività, valutano la possibilità di avviare un’attività in conto vendita. Si tratta di un particolare contratto di rifornimento delle merci, che avviene presso un fornitore, senza obbligo di pagamento anticipato dei prodotti.

Quando si apre un’attività in completa autonomia, infatti, si commette l’errore di acquistare più merce di quella che effettivamente viene venduta e questo costringe l’imprenditore a trovare delle soluzioni per le rimanenze di magazzino. Per questo motivo, in molti negozi, è possibile notare delle forti svendite dei prodotti.

Grazie alla formula del franchising in conto vendita, non solo è possibile beneficiare di tutti i vantaggi offerti dal franchising, ma è possibile eliminare il problema dell’invenduto e dello spazio occupato. Per scoprire come funziona e che cos’è il franchising in conto vendita continua a scorrere l’articolo.

Franchising in Conto vendita: che cos’è e come funziona

Il Conto vendita rappresenta una formula di franchising a costo zero, molto conveniente per i giovani imprenditori che non hanno mai avuto esperienza nelle vendite, perché prevede il pagamento della merce solo dopo averla venduta.

Attraverso questa formula, le aziende madre che offrono la merce in conto vendita richiedono una garanzia di pagamento reale e dopo che il commerciante ha pagato la merce venduta, quella restante può essere restituita all’azienda madre senza costi aggiuntivi.

La formula del conto vendita è adottata dalla maggior parte dei franchisor produttori di abbigliamento e accessori ma, negli ultimi anni, è molto utilizzata anche nel settore automobilistico e in altri settori che vedremo nei prossimi paragrafi.

In genere, il contratto di conto vendita possiede una durata ben precisa, che serve a stabilire quali sono le merci invendute e da restituire. La merce venduta dovrà essere saldata entro e non oltre i termini previsti dal contratto.

Le caratteristiche del Conto vendita

Il franchising in Conto vendita è una tipologia di contratto caratterizzata dai seguenti elementi:

  • Il conto vendita è sempre proposto dalle società di franchisor produttrici, che hanno un margine molto alto.
  • I franchisor possono vendere un determinato prodotto tramite i franchisee presenti nella zona in cui quel prodotto è molto apprezzato e possono decidere le strategie di marketing da applicare in ogni negozio. Inoltre, possono decidere lo sconto da concedere sia al cliente finale che al franchisee.
  • Alcuni franchisor non produttori svolgono la funzione di grossista e acquistano da diversi produttori la merce ad un prezzo molto più basso.

Contratto di Conto vendita : come funziona

Il contratto di Conto vendita è un accordo con cui un soggetto affida uno o più beni ad un altro soggetto, che ha l’obbligo di pagarne il prezzo d’acquisto solo nell’ipotesi in cui riesca ad effettuare la vendita della merce affidata. Questo contratto è denominato “estimatorio” e disciplinato dall’ art.1556 del codice civile.

Il termine fissato per la restituzione della merce non costituisce un elemento essenziale del contratto, tuttavia, per la tutela di entrambe le parti è consigliato fissare un limite temporale per la vendita e la restituzione delle merci.

Il contratto di assortimento delle merci tra un’azienda produttrice e un rivenditore autorizzato prevede tre passaggi: la consegna della merce, la rendicontazione delle merci vendute e la restituzione di quelle invendute.

La consegna delle merci al franchisee avviene tramite corriere e nel documento di trasporto è riportata la dicitura “beni in conto vendita”. La data presente sul documento è quella cui terrà conto il fornitore per la rendicontazione delle merci invendute e l’eventuale restituzione degli articoli invenduti.

La rendicontazione delle merci avviene nel seguente metodo: il venditore che vende gli articoli in conto vendita è obbligato ad emettere scontrino o ricevuta con IVA. Nel momento della rendicontazione, anche il venditore riceverà una fattura di pagamento comprensiva d’imposte.

Quando scade il termine di deposito degli articoli presente sul contratto, la merce invenduta deve essere restituita gratuitamente o, in alcuni casi, è necessario il risarcimento da parte del commerciante. La scelta varia da fornitore a fornitore.

Requisiti e iter

Non sono richiesti requisiti particolari per l’apertura di un negozio in Conto vendita e l’iter burocratico è molto semplice:

  • Apertura P.IVA con codice ATECO 46.19.02 (procacciatore d’affari);
  • Dichiarazione di inizio attività da presentare al Comune di riferimento;
  • Richiedere l’autorizzazione all’esposizione dell’insegna presso il Comune di riferimento
  • Far vidimare il Registro degli Affari in Comune
  • Iscrizione al Registro delle Imprese;
  • Iscrizione posizioni INPS e INAIL.

Esempi di franchising in conto vendita di successo

Qui di seguito abbiamo riportato alcuni dei settori di franchising in conto vendita di successo. Quelli che spiccano maggiormente sono il settore dell’abbigliamento e degli accessori:

  • Abbigliamento: molto conveniente per tutti coloro che intendono collaborare con marchi molto conosciuti. Nella maggior parte dei casi, i contratti prevedono un fee d’ingresso non eccessivo e dei contratti in conto vendita molto interessanti.
  • Servizi per animali: i negozi in franchising in conto vendita per animali sono in forte crescita su tutto il territorio ed è possibile scegliere tra una vasta gamma di prodotti: per la cura dell’animale domestico, prodotti alimentari, prodotti per il gioco e il benessere dell’animale.
  • Ottica: anche questo settore è in forte crescita ed è possibile notare un aumento di negozi in conto vendita che offrono servizi e prodotti di ottica brandizzati. Attraverso questo tipo di contratto è possibile accedere a pacchetti completi che comprendono arredi, magazzino centralizzato, merce in conto vendita e assistenza continua.
  • Motociclismo: dalla vendita di caschi e accessori, alla manutenzione e distribuzione di pezzi di ricambio. L’investimento nel settore motociclistico permette di ottenere un grande successo in poco tempo e di accedere a diversi pacchetti contrattuali anche con più di un brand.
  • Concessionaria di automobili: una valida soluzione per chi desidera aprire una concessionaria di automobili anche in questo periodo storico un po’ strano per il settore di riferimento, perché permette di evitare il rischio di investire denaro direttamente sulle auto.
  • Negozi dell’usato: molto comuni sul territorio e caratterizzati da diversi marchi che sfruttano il franchising in conto vendita per ampliare la rete di affiliati. Grazie a questo tipo di contratto è possibile avviare la propria attività dell’usato e accedere a pacchetti completi garantiti dall’azienda madre che comprendono tutto ciò che è necessario per l’apertura dell’attività.