Oversize, spalle importanti e … rosa! Prada domina i trend di Milano Moda Uomo

I brand di domenica 16 dicembre detta gli in ed out dell’autunno inverno 2022-23
0
525
Prada, tendenze moda uomo
Trend moda uomo Prada

L’uomo della Fashion Week di domenica 16 gennaio è decisamente fuori dagli schemi. Oggi parliamo di Magliano, Etro e 44 Label Group, seguiti da Prada , Justin Gall e JW Anderson. Sei sfilate che ci danno tutte sfumature diverse di ciò che vuol dire fare moda.

Milano Moda Uomo: parliamo di domenica

Mentre JW Anderson fa scendere i modelli dalle scale con abiti di lunghezze differenti e colori vivaci, cercando di combattere la mascolinità tossica anche con glitter e lustrini, 44 Label Group per questa Fashion Week, ci offre un gioco di luci che riprende i colori della sfilata : rosso, nero e bianco, colori ai quali possiamo aggiungere il rosa che spicca decisamente in uno dei tanti look della sfilata.

No alla mascolinità tossica

Etro è un gioco di colori e i modelli sfilano su un pavimento a strisce colorate, senza una linearità precisa, che però suona come una perfetta armonia nella Fashion Week di quest’anno. Come JW Anderson, ma anche come tanti altri sopracitati, anche Magliano si spinge verso un “no” alla mascolinità tossica, nella sua sfilata caratterizzata da un leggero layering ma anche da uno spettacolo quasi teatrale, permesso dal letto alle spalle di ogni look e modello.

Prada e Justin Gall

Segue Prada , che si fa largo nella scena grazie alle spalle larghe della collezione. Alla sfilata prendono parte anche vip, come l’attore Asa Butterfield , il famoso “Otis” di “Sex Education”, serie Netflix che ha attirato sempre più pubblico dalla sua uscita. Infine, impossibile non parlare di Justin Gall che, come Federico Cina venerdì, non punta la concentrazione sulla location o l’event place durante questa Fashion Week , ma sui look: il layering è forte e diventa quasi l’elemento caratterizzante della sfilata, così come l’effetto piumone ed il colore verde e marrone, che si mischiano con un leggero tocco di nero

Ma quali sono i trend che hanno dominato la scena?

Un oversize Prada XXL

Se l’oversize ha dominato la scena qualche anno fa e in parte anche gli ultimi anni, questa Fashion Week è l’oversize. Capi decisamente XXL accomunano non solo le sfilate della domenica, ma anche quelle dei giorni precedenti. Prada si dedica a maniche eccessivamente lunghe e spalle extra larghe, 44 Label Group dona invece un tocco più streetwear ai look oversize. Magliano si lascia andare ad uno streetwear comfy ed Etro non bada a lunghezze, seguito a ruota da JW Anderson. Justin Gall si concentra sui capi per la parte superiore, dando un tocco di oversize importante ai giacchetti.

Il ritorno della pelliccia

Personalmente, ho aspettato tanto questo momento, che ora è ufficiale: la pelliccia è tornata e stavolta, anche per l’uomo. Justin Gall ce lo urla tramite i look “yeti”, mentre Magliano preferisce un tocco più leggero, senza scostarsi troppo però dal trend. Prada la utilizza da contorno e Etro e JW Anderson come “effetto riscaldante” nei cappotti, che invece 44 Label Group ricopre di pellicciotto non eccessivo. Ma come lo si fa, non importa : la pelliccia è tornata.

Attenzione : la mascolinità tossica non può entrare

In precedenza, lustrini e colori come rosa, viola e simili, erano additati come “femminili” o “colori da donna”. Da qualche tempo ormai, però, si cerca di combattere contro quella che ad oggi possiamo chiamare “mascolinità tossica”. Lo avevo già notato venerdì e gli altri giorni di sfilate, ma ora possiamo ufficializzare che la Fashion Week inizia la battaglia con la mascolinità tossica. 44 Label Group, così come Etro e Prada, preferiscono usare armi a colori, ovvero, utilizzano colori che la società ha sempre visto come femminili, accompagnati da Justin Gall. Di pari passo, JW Anderson e Magliano agiscono in modo diretto e senza filtri e allora si a trucco e si a gonne e glitter.