Beauty Bowl: Speciale Missione Beauty, il nuovo talent show a caccia di aspiranti Make-up Artist e Hair-Stylist

Missione Beauty, il talent che celebra la bellezza contemporanea e i suoi valori d’inclusività, diversità e sostenibilità.
0
416

Noi di Beauty Bowl siamo sempre a caccia di novità e in questo appuntamento vi segnaliamo Missione Beauty. Si tratta di un nuovo talent show a caccia di aspiranti Make-up Artist (MUA) e Hair-Stylist (HS), andato in onda ogni venerdì alle ore 17:15 su Rai2

In missione con la conduttrice, Melissa Satta, c’erano tre giudici d’eccezione, tre beauty-master dello star-system: Manuele Mameli (Celebrity Fashion Make-up Artist e Hair-Stylist), Elisa Rampi (Celebrity Hair-stylist & Make-up Artist) e Guido Taroni (fotografo di moda e di interior design). A loro è stata affidata la selezione dei concorrenti provenienti da tutta Italia. 

Inclusività, Diversità e Sostenibilità 

Missione Beauty non è una semplice competizione a colpi di spazzole, pennelli e rossetti. Il programma targato Clinique, Aveda e gruppo di profumerie Naïma, realizzato in collaborazione con Rai Pubblicità, ha individuato giovani talenti, i loro sogni e le loro aspirazioni. In più, Missione Beauty, ha voluto celebrare la bellezza contemporanea e i suoi valori d’inclusivitàdiversità e sostenibilità come principi consolidati del nostro tempo e non semplici tendenze del mondo beauty. 

Missione Beauty

In un’epoca in cui anche gli uomini sono tornati a usare il make-up, la Missione Beauty dei concorrenti è stata globale e genderless. Capaci di declinare i look (dal riccio stile Afro al liscio), esaltare le tipologie di pelle (dalle diafane e quelle iperpigmentate), insieme a differenti morfologie del viso e di età. 

Un percorso di gara che si snoda in 8 puntate dalle audizioni di 24 candidati, passando per la selezione dei 16 finalisti in coppie da 8, fino alla scelta della coppia vincitrice formata da un MUA e un HS che si sono distinti per professionalità, personalità e stileI vincitori si sono poi aggiudicati un contratto da Ambassador e Tutorship con Clinique per il Make-up, e con Aveda per Hairstyle.

Missione Beauty: La Vincitrice

Conosciamo insieme la vincitrice del Beauty Talent Show, Abbia Maswi.

Chi è Abbia Maswi?

“Abbia Maswi é una una ragazza originaria della Tanzania cresciuta ad Ascoli Piceno. Ad oggi Sono una makeup artist e content creator afroitaliana. Specifico, ad oggi, perché ho sempre lavorato full time in negozio ed anche se ho sempre avuto propensione per tutto ciò che riguarda i colori, non sono mai riuscita ad approfondire questo aspetto fino al 2015, quando ho deciso di aprire la mia pagina Instagram e condividere i primi lavori ed esperimenti di makeup con chi come me non trovasse prodotti adatti per il proprio incarnato. Finalmente oggi lavoro con ciò che mi appassiona.”

Cosa ha rappresentato per te Missione Beauty? 

“Missione Beauty ha rappresentato per me una rivincita! Non parlo mai del mio passato. Ho origini umili e tutto quello che ho ottenuto fino ad oggi l’ho fatto con la consapevolezza di dover fare il triplo. Questo talent é arrivato nel momento in cui ne avevo veramente bisogno. Sentivo di voler uscire fuori, di voler dimostrare a chi non ha creduto in me, che avrei potuto affrontare le varie sfide. Essere già stata selezionata per me significava tantissimo! Viverla fino in fondo mi ha aiutato anche a far uscire fuori la mia personalità e ad ottenere una consapevolezza diversa di me.”

Quale è la tua personale Missione Beauty? 

“La mia personale missione beauty é poter viaggiare e portare il mio lavoro a chiunque ne senta il bisogno. In questa esperienza ho rafforzato la mia idea di makeup ma soprattutto quelli che sono sempre stati i miei valori, inclusività e rappresentazione. É stato bello vedere diverse personalità nel programma. Da donna nera vorrei continuare a rappresentare la mia di minoranza truccando più visi possibili, valorizzando la loro bellezza naturale e specializzandomi nel trucco su pelle nera.”

Cosa ti aspetti in termini d’inclusività, diversità e sostenibilità, che avvenga nel mondo del Beauty e non solo?

Mi aspetto maggiore attenzione verso le minoranze, partendo dalle piccole cose,  come vedere beauty influencer di diverse origini nel feed, modelle, ed anche professionisti nei vari settori come sta a accadendo a me. Bisogna dar voce e fiducia alle piccole realtà.”

Quale sarà il tuo prossimo passo?

“Sfruttare al massimo tutte le occasioni che mi capiteranno e vivermele al meglio. Missione Beauty mi ha insegnato proprio questo, provarci e dare il massimo. Ci saranno sfide che andranno benissimo ed altre meno, ma basta mantenere sempre l’atteggiamento giusto.”

Abbia Maswi

La Missione Beauty di Clinique

Abbiamo chiesto a Matteo Puppi, Head Marketing del brand Clinique:

Il mondo del Beauty sta cambiando per cercare di creare più inclusivity, cosa ne pensa Clinique e come si sta muovendo a tal proposito?

“Dalla sua fondazione, Clinique promuove la diversità e l’inclusione, con la missione di prendersi cura della pelle di ogni ognuno. Lo facciamo innanzitutto attraverso il prodotto – con il sempre crescente numero di shades e texture skincare personalizzate – ma anche attraverso una rappresentazione inclusiva e gender neutral. Credo fortemente nel ruolo che i brand beauty possono avere nel promuovere l’inclusione e nel favorire una rappresentazione della bellezza che sia sempre plurale, in termini di etnia, genere e fisicità. Il mondo della bellezza è sempre più fonte di ispirazione e strumento di espressione, soprattutto per più giovani. Per questo, in Clinique, facciamo particolare attenzione al wording che utilizziamo, alla rappresentazione inclusiva del consumatore, scegliamo con cura i volti e le storie di chi rappresenta la marca, siano essi influencers, consumatori comuni o professionisti, come i make-up artists. Missione Beauty, oltre ad essere stato un successo in comunicazione, ha rappresentato alla perfezione questo spirito – in un contenitore Rai, cosa non scontata – che continueremo a promuovere e perfezionare.”