La canotta di Prada? Parliamone! Ma non solo: quali sono i cappotti più cool del secondo giorno di sfilate?

Milano Fashion Week - FW 2022 2023
0
1200

Stiamo entrando nel vivo della settimana della moda milanese e ci attende un weekend infuocato.

In generale possiamo dire che c’è tantissima voglia di lasciarsi alle spalle tutto l’abbigliamento comodo da quarantena e tutti i colori neutrals a favore di party look e tinte sgargianti. Basta con le sneakers: vogliamo tacchi alti per tornare in pista. Basta con borse microscopiche: abbiamo intenzione di restare fuori casa tutto il giorno e ci serve più spazio. 

Ed in questa corsa all’outfit più estroso per un cocktail, Prada ci spiazza con un capo basic che diventerà la prossima mania.

Basic Instinct

Il guardaroba perfetto è quello in cui non mancano i capi basic. Essenziali per costruire e bilanciare qualsiasi outfit. Prada, quest’anno, ha fatto scalpore proprio con il più basic dei capi: si tratta della canotta in cotone… detta anche maglia della salute. Cosa c’è di incredibile in questo capo? Nulla! Ma se la fa Prada e pone al centro un piccolo logo iscritto nell’emblematico triangolo nero è subito mania! Il secondo capo basic di cui vogliamo parlarvi è il blazer nero, un altro musthave adatto sia al giorno che alla sera. Un vero e proprio passepartout. Da Max Mara ha un fit true to size con un risvolto satinato che lo rende elegantissimo. Il terzo è un capo di maglieria, ovvero il più basico dei lupetti a collo alto in lana. Anteprima lo presenta in un blu identificato da Pantone per il 2023 con il nome di Midnight. E si, si può abbinare al nero.

La borsa del giorno è Prada

Per la seconda giornata di sfilate a Milano Fashion Week abbiamo identificato una it-bag. Si tratta della Prada Triangle. La sua forma triangolare prende ispirazione dallo stesso logo del brand. In sfilata viene portata esclusivamente a mano, ma nelle sue varianti si arricchisce di una tracolla modulabile. Hardware argentato e logo triangolare in metallo smaltato.

La top 5 dei cappotti

Al primo posto un cappotto classico ed iconico: parliamo del Teddy Bear Icon Coat di Max Mara, con la sua linea oversize e il volume cocoon. Da sempre ai primi posti delle classifiche fra i musthave moda. Il nostro secondo cappotto preferito è un oversize di Prada in lana con lavorazione jacquard ed il tocco pop dell’inserto in pelliccia verde sulle maniche. Al terzo posto il passionale cappotto di Bluemarine: doppiopetto, in rosso scarlatto, lungo fino ai piedi e true to size. Al quarto posto un cappotto bon ton in black&white che racchiude l’iconica estetica Cheap&Chic di Moschino. Super anni ’90 e parigino, con colletto e dettagli a contrasto. Il cappotto meno particolare ma più wearable è al quinto posto e parliamo di quello Emporio Armani: un long coat grigio in lana, con zip e cappuccio. Uno di quei capi che non vanno mai via dal guardaroba ed indossiamo al mattino senza pensarci troppo su.

Addio trackpants… benvenuti loose pants!

Durante il lockdown abbiamo riscoperto l’ebrezza della comodità e dei capi comfy. Ma dopo due anni di joggers e sneakers… adesso basta! Ok alla comodità, ma meglio lasciare i pantaloni della tuta per la palestra. Ed ecco che i pantaloni loose vengono a soccorrerci! Confertevoli ma elegantissimi. I nostri preferiti sono quelli Max Mara: a vita alta, con pence e risvolto. L’abbinamento in sfilata è quello perfetto: un top sagomato per bilanciarne il volume. Il tutto declinato in una palette cammello calda. Pare che anche i mom jeans stiano cedendo lo scettro ai modelli più over. Da Annakiki il loose denim è super anni 2000: con qualche strappo grunge, a vita bassa e con orlo super lungo. Si, di quelli che inevitabilmente finiscono rotti per il contatto con l’asfalto. Che balzo indietro nel tempo! 

Sei andata in bianco

Non c’è nulla di più elegante del bianco in inverno. Abbiamo scovato tre modi di indossarlo: casual, elegante e stravagante. Per il look casual, Max Mara propone ampi pantaloni loose ed un max pull in lana a coste con collo alto e spacchi laterali. Non sottovalutate mai quest’ultimo piccolo dettaglio. Quando un maglione over si presenta senza gli spacchi laterali, non vi vestirà altrettanto bene… vi farà sembrare solo una grossa ciambella! Provare per credere! Elegantissima la jumpsuit di Genny monospalla con piccolo dettaglio cut-out e pantalone straight comodo. La scelta eccentrica: ricordate nei primi anni 2000 quando andava di moda sovrapporre le gonne o gli abiti ai pantaloni? Annakiki lo fa con un completo composto da pantalone a campana con cut out a forma di stella, con minigonna a vita alta sovrapposta e blazer crop. Devo dire che ce la siamo cavata molto meglio rispetto al 2005!