“ESSERE NORMALE”: FREDDO racconta del suo ultimo singolo, tra relazioni spezzate e salute mentale

Il musicista e produttore Fred Portelli, in arte FREDDO, parla del suo ultimo singolo “ESSERE NORMALE”, tratto da una storia realmente accaduta. Un viaggio emotivo tra relazioni spezzate e salute mentale
0
133

Federico Portelli alla nascita, Fred Portelli per gli amici e in arte FREDDO.

Nome creato da un accento londinese che ha aggiunto una “O” in più: “un bell’aggettivo” come ha dichiarato il cantante.

Durante la puntata di mercoledì 4 maggio per “Sempre più in forma green”, in onda su RID 96.8, ho intervistato l’artista FREDDO in occasione dell’uscita del suo nuovo singolo “ESSERE NORMALE”.

Il brano regala un’unione tra musica elettronica e acustica, grazie ad una melodia sofisticata; un vero e proprio viaggio tra i pensieri del cantante, nel ricordo di una persona che ha scelto di togliersi la vita.

Si parla di depressione e salute mentale, di relazioni interrotte e amicizie concluse.

Conosciamo meglio FREDDO!

Cover- ESSERE NORMALE

Ciao Fred, so che chiami da Londra.

Vuoi raccontarci di più del tuo ultimo singolo “ESSERE NORMALE”? Io tra i commenti ho letto: “riesce a disegnare un viaggio emotivo con parole di grande delicatezza e rabbia insieme”. Come riesci a farlo?

Il brano parla di argomenti molto complessi… di suicidio e depressione.

Tre anni fa sono venuto a sapere della morte di una persona che conoscevo e che ha scelto di togliersi la vita. Da lì, in pieno lockdown, ho immaginato un dialogo tra un lui e una lei e da una frase di partenza “che cosa ho fatto di sbagliato adesso”, ho creato l’intero brano.

La canzone non si riferisce a quella storia specifica ma volevo trattare il tema della salute mentale, del quale ancora si parla troppo poco.

Io sono “cintura nera di ansia” e quindi so bene cosa significhi.

FREDDO

Adesso dobbiamo entrare nel privato. Questa è una trasmissione che tratta di ambiente, quindi voglio chiederti quali sono le tue buone pratiche green!

Sono super pronto su questo!

Intanto io abito a Wood Green, quindi più green di così non si può (ride).

A parte gli scherzi…io non guido una macchina da 6 anni. A Londra è facile, perché qua le biciclette sono di uso comune.

Ma soprattutto ci tengo a dire che dieci anni fa, con mio padre, ho piantato 10.000 querce. Sono molto legato alle mie origini marchigiane, quindi tengo molto ai miei luoghi, tanto che il video di “ESSERE NORMALE” è stato girato proprio là, lo scorso gennaio.

Adesso sto lavorando al video di una versione radio dell’album uscito anno-scorso intitolato “Due”, che sarà legato proprio all’ambiente.

 

Grazie a FREDDO, continueremo sicuramente a seguire i tuoi progetti!

Loading Facebook Comments ...

No Trackbacks.