Tamara D’Andria, consulente d’immagine specializzata nel settore bridal a “Sempre più in Forma Green”

0
83

Durante la puntata di martedì 11 aprile per RID 96.8 FM. ho avuto il piacere di intervistare Tamara D’Andria, consulente di immagine specializzata nel settore bridal.

Qui al mio fianco c’è una donna dai mille talenti, Tamara D’Andria. Dovete sapere che lei oltre ad essere bellissima tanto da essere stata una modella che ha calcato le più importanti passerelle della moda, ha anche creato la sua formazione in campo di stile. Ti è servita anche quella esperienza?

Si assolutamente. Mi sono avvicinata al mondo sposa proprio perché ero già inserita all’interno, quindi è stato più facile per me come consulente d’immagine e bridal stylist”.

Oggi Tamara D’Andria è una consulente d’immagine specializzata nel settore bridal, fashion e business ed è anche insegnante di Image Consulting in importanti accademie in Italia. Quindi un’esperienza davvero straordinaria quella che tu regali alle tue clienti/amiche…

Si molte di loro diventano amiche. Ci chiamiamo, ci mandiamo messaggi. Molte delle mie clienti dopo che hanno una nascita, mi mandano le foto del battesimo. Nasce veramente un bellissimo rapporto”.

Questo si vede anche nel lavoro che fai, perché riesci davvero ad interpretare i gusti di ogni persona che tu incontri…

Giusto, anzi giustissimo. Tutto personalizzato”.

Negli anni 2000 inizi la tua carriera di modella e fotomodella per grandi stilisti internazionali, poi ti evolvi e ti specializzi nel campo della sposa. Perché questa scelta di specializzarti in questo mondo così particolare?

Nel 2011 apro un blog di moda, dove attraverso questo blog raccontavo tutto quello che accadeva dietro le quinte, ma volevo andare oltre. Mi specializzo così come consulente d’immagine, ma visto che non mi fermo mai nel 2014 decido di intraprendere la carriera di bridal stylist, perché mi capitò di assistere alcune mie amiche ai loro matrimoni, quindi iniziai a capire che alcune spose hanno proprio bisogno di una figura importante come quella della bridal stylist”.

Avere a che fare con le spose non deve essere affatto facile…

No, non nego che molto spesso mi capita dopo aver fatto l’assistenza nel giorno delle nozze, di finire il mio lavoro anche con un pianto, con uno sfogo. Sai ci sono tante motivazioni perché una sposa si può emozionare, magari in mancanza di un genitore, di un nonno o semplicemente perché è emozionata per quel giorno così importante. Il mio compito quindi è quello di assorbire le energie negative per poi trasmettere quelle positive”.

Il tuo motto è “siamo uniche, non siamo il copia incolla di nessuno”. Quali sono gli elementi su cui lavori con le tue clienti per mantenere la loro unicità?

Molte donne devono ancora scoprirsi nonostante magari siano più mature. L’importante è amare anche i propri difetti, io li chiamo caratteristiche del corpo in realtà, perché per esempio noi mediterranee soprattutto in Italia andiamo un po’ a nascondere quelle che sono alcune forme del nostro corpo come i fianchi, mentre invece dobbiamo ricordare che Jennifer Lopez ne ha fatto la sua fortuna. Quindi metto davanti, in base alle caratteristiche della mia cliente, delle celebrity per far vedere che in realtà quella particolarità può essere anche un bellissimo pregio che dobbiamo solo sapere come valorizzarlo”.

Il motivo per il quale ti ho invitato è quello di conoscere quali sono le nuove tendenze in campo sposa in anteprima…

Ho partecipato ad una grande manifestazione italiana che si chiama Rome Bridal Week alla Fiera di Roma dove hanno presentato in anteprima tutte le collezioni. Sono stata ospite oltre che per vedere le collezioni, per intervistare gli stilisti internazionali. Quindi ho avuto il piacere di conoscere in anteprima tutte le tendenze 2024. La moda bridal si è un po’ divisa, sta vivendo un cambiamento, perché le linee di design sono molto più contemporanee a differenza dei soliti abiti principeschi. Le spose si dividono in due parti: da una parte abbiamo le linee essenziali dove lavoriamo sulle geometrie, sulla semplicità e l’eleganza, dall’altra parte lavoriamo sugli abiti preziosi, sulle applicazioni. Non esiste più la sposa classica con il solito pizzo”.

Che novità ci sono in ambito ambientale? C’è il ritorno al vintage, all’armadio della nonna oppure c’è una riscoperta dei tessuti per esempio che non impattano sull’ambiente?

Nel Made in Italy stanno lavorando molto sull’impatto ambientale. Infatti si scelgono tessuti sostenibili, ma soprattutto stanno lavorando sulla manifattura del prodotto, come le sarte, la scelta del tessuto molto più ricercato. C’è molta ricerca, molta novità. Io la chiamerei la sposa del futuro. I colori rimangono sempre sul classico, avorio e bianco. Sono gli accessori che fanno la differenza, perché il velo lo vediamo molto meno e vediamo molto di più delle cinture molto alte anche con fibbie. Poi vediamo i manicotti, i colli e il tulle che lavora tantissimo sulle velette e sull’accessorio. Una sposa molto più moderna”.

Oltre a seguire donne di tutte le età, hai un’altra grande passione, quella di ricerca e creazione di nuovi materiali didattici, e infatti hai lanciato dei nuovi prodotti. Ti va di parlarcene un po’?

Ho iniziato a lanciare questi prodotti circa un anno fa quando le mie stesse allieve mi chiedevano prodotti. Così ho creato una linea di cornici per fare l’armocromia senza utilizzare i drappi. Sono delle cornici che, mettendole vicino al viso, la cliente si concentra di più sul viso anziché sul tessuto che mettiamo sul corpo. Avendo una cornice intorno al viso, il riflesso della cornice è totale su tutto il volto, e quindi possiamo vederlo ancora di più cambiare. Ci sono delle cornici per scoprire il sottotono, l’intensità, il valore e il contrasto. Con questo set andiamo a scoprire quale è la nostra stagione, dopodiché andiamo a scoprire quale è il sottogruppo sempre con l’utilizzo delle cornici”.

In questo periodo si sta sentendo parlare molto di armocromia, ma tu sei andata ancora di più in profondità, parlando non solo di colori, ma anche di forme, perché hai creato proprio dei tool ad hoc…

Sono delle mazzette dedicate alla consulenza di facial shape, quindi la forma del viso che tutte molte volte sottovalutiamo, ma in realtà è molto importante, perché quando conosciamo la nostra forma del viso, possiamo anche percepire quale è la scollatura che ci sta bene, da che parte portare la riga, se va bene una frangia o un ciuffo laterale, il taglio di capelli, gli accessori e soprattutto gli occhiali. Proprio qui volevo arrivare perché ho creato delle mazzette che rappresentano delle montature di occhiali per ogni stile e forma”.

Se volete scoprire di più in merito a questa grande occasione di conoscere la forma del proprio volto e il colore ideale, dove ti trovano?

Www.tamaradandria.it. C’è un servizio attivo anche tramite whatsapp. Potete scrivermi con massima tranquillità. Per chi è fuori Roma sono previste spedizioni veloci in ventiquattro ore e sono previsti anche quindici minuti di call dopo l’acquisto per la spiegazione dei prodotti”.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE L’INTERVISTA

Barbara Molinario