Il miglior look dei Governors Awards 2018 è quello di Emily Blunt

Un piccolo assaggio di ciò che saranno gli Oscar: vanno in scena i Governors Awards!
0
347

Diciamo la verità: per noi, amanti della moda, Emily Blunt rimarrà sempre “Emily”, ovvero l’assistente snob delle temibile Miranda Priestly (Meryl Streep), trasposizione cinematografica di Anna Wintour ne il “Diavolo Veste Prada”. Con la sua chioma rosso fiamma, il suo cinismo cronico e la sua lotta contro i carboidrati nel rispetto della couture Valentino.

Probabilmente l’attrice britannica avrà interiorizzato molto in fatto di moda: impossibile segnalarla per wardrobe malfunction! La Blunt è sempre estremamente sofisticata ed elegante in fatto di stile. Il tutto contornato dai suoi lineamenti intriganti e lo charme Made in England.

Anche quest’anno, sono andati in scena i Governors Awards, gli Oscar alla carriera assegnati dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, considerati come l’antipasto prima della fatidica notte di Hollywood di Febbraio.

Di look interessanti, nel bene e nel male, ne abbiamo visti tanti: Lady Gaga di dubbio gusto con un abito in stile nettezza urbana di (ahimè) Valentino, Emma Stone con un favoloso long dress di Louis Vuitton ed un make up imbarazzante, Lily Collins appena tornata da un viaggio nell’epoca Vittoriana, Viola Davis con uno degli abiti peggiori mai visti in un red carpet o Amy Adams in un romantico Schiaparelli Haute Couture.

Emily Blunt arrives at the Governors Awards on Sunday, Nov. 18, 2018, at the Dolby Theatre in Los Angeles. (Photo by Jordan Strauss/Invision/AP)

Se dovessimo eleggere il Re e la Reginetta del ballo, la corona andrebbe senza dubbio alla Blunt ed a John Krasinski. Compagni di vita sin dal 2009, gentori di due figlie e co-protagonisti nel film A Quiet Place, diretto dallo stesso Krasinski. Lui in Prada, ovvero eleganza assicurata; lei in un completo firmato Dundas. L’outfit è composto da crop top e gonna lunga, interamente ricamati e ricoperti di paillettes in oro e argento; scarpe Jimmy Choo ed anelli David Yurman. L’abito è sicuramente ispirato al look di Liz Taylor nel colossal Cleopatra. In una parola: stunning! Questo è un look che sarà ricordato nel tempo, peccato che make up ed hairstyling non siano affatto all’altezza dell’abito. È una cosa che ci ha davvero fatti soffrire. Come se non avesse avuto il tempo di sistemare i capelli e li avesse tirati su a caso. Come se stesse andando al supermercato o a prendere la figlia da scuola. Perché? Perchè? Perché?!!