La polo Couture di Lacoste

0
833

FNM_lacoste_x_lesage_s

Di Dario Bentivegna

La polo Couture di Lacoste

Il coccodrillo Lacoste diventa Couture tra ricami e pailette.

Il gusto per lo sport luxe è ormai consolidato da parecchie stagioni e Lacoste raggiunge l’apice del lusso con una serie limitata di polo couture per celebrare i suoi 50 anni, in collaborazione con la rinomata azienda di ricami Lesage, che fa parte del gruppo Chanel ed è attiva dal 1924. Le otto polo ripercorrono la storia del brand e del logo, reinterpretandolo secondo il gusto del nostro tempo e impreziosendo i capi con ricami elaborati che mescolano materiali classici e moderni; paillettes, perle e fili metallici, ma anche bacchette di plastica, pellicola trasparente olografica, plexiglass, neoprene e diodi che si illuminano.

Il coccodrillo, dal soprannome di René Lacoste per la sua tenacia sui campi da tennis, viene destrutturato o reso maxi su polo dal classico colore navy, e i riferimenti al tennis affiorano nella polo nera con spille a forma di palla da tennis con buffe faccine, applicate sul colletto e sulla candida polo bianca senza maniche che segue il motto del fondatore del brand ”Senza stile, vincere e giocare non è abbastanza”, con un mini coccodrillo in filo metallico e striscette di plastica. Sono state prodotte infine altre otto polo, tutti pezzi unici, per uno shooting firmato da Alasdair McLellan per il magazine giapponese The Reality Show Magazine, indossate da celebrities francesi tra cui Laetitia Casta e la ballerina Marie-Agnès Gillot.

[ScrollGallery id=1826]