FNM People – Intervista a Nicola Canonico

2
1350

Fashion News Magazine- commedia

Di Denise Ubbriaco

FNM People – Intervista a Nicola Canonico

La commedia “3 PAPA’ PER UN BEBE”

Carissimi lettori, non potete assolutamente perdere la prima nazionale della commedia “3  PAPA’ PER UN BEBE’” che andrà in scena questa sera (ore 21,00), al Teatro degli Audaci di Roma. Uno spettacolo esilarante, scritto da Antonio Grosso con la regia di Roberto D’Alessandro e prodotto dalla Good Mood di Nicola Canonico. In scena: Mario Zamma, Nicola Canonico, Alessia Fabiani, Giuseppe Cantore, Leonardo Barbarisi. Per saperne di più, ho avuto il piacere di intervistare Nicola Canonico.

Nicola, qual è il fil rouge di questa storia?

E’ una commedia molto divertente, tenera, emozionante. Affronta il tema della paternità, delle adozioni, dell’orfanotrofio. E’ un testo molto completo. Ci saranno tanti colpi di scena. Metti tre amici in un appartamento. Tre personaggi completamente diversi: un omosessuale eccentrico, uno sciupafemmine ed un ginecologo vergine con un blocco verso le donne. Poi, metti all’improvviso l’arrivo di un bambino in casa. La vicina di casa ha una badante, poi la signora muore e la badante scappa lasciando il bambino. Allora, si scopre che quel bambino è mio figlio e lo voglio tenere con me. Inevitabilmente, l’arrivo del bambino cambia la quotidianità ed invade tutti gli spazi.

Cosa vi ha spinto a portare in scena questo spettacolo?

Sicuramente, il tema della paternità. Ormai, alla soglia dei quarant’anni, mi piaceva interpretare il ruolo di padre.

A questo punto, una domanda sorge spontanea. Senti l’esigenza di diventare padre?

In questo momento non sento l’esigenza, ma in futuro lo spero. La famiglia rientra nel mio progetto di vita. In scena, inizio a fare le prove tecniche fra cambi di pannolini ecc.(ride) Forse, questo ruolo rispecchia la mia maturità come uomo e come artista.

Quali sono le peculiarità del tuo personaggio?

Il mio personaggio è divertente, brillante, autoironico con una grande sensibilità ed un grande senso della responsabilità. Il personaggio che interpreto ha avuto un rapporto occasionale con la badante. Nella fase iniziale, d’accordo con lei, non dice a nessuno di avere un bambino. Nel momento in cui lei scappa, lasciando il figlio, lui non si tira indietro e lo tiene con sé.”

Raccontami un aneddoto sulle prove di questo spettacolo.

Durante le prove ci divertiamo tanto. Peppe si diverte a prendere in giro la Fabiani. Mario è un giocherellone. Nei momenti in cui proviamo, nelle scene più intense, serie e delicate, Mario inizia a fare pernacchie. Il clima è molto sereno.”

Com’è stato lavorare con il regista Roberto D’Alessandro?

Roberto è una sicurezza. E’ il re della commedia. E’ un grandissimo attore, autore e regista. Come produttore sono molto contento. Roberto ha confezionato un prodotto molto interessante. Oltre ad essere un mio amico, è da molto tempo che volevamo fare qualcosa insieme.”

Quali saranno le prossime tappe?

Saremo a Roma da oggi al 14 febbraio. Poi, inizierà la tournée in tutta Italia. C’è tanta curiosità per questo nuovo spettacolo. Siamo reduci dal successo di “Una bugia tira l’altra”.

Progetti futuri?

Stiamo lavorando ad un nuovo progetto teatrale. Con la Good Mood, non escludiamo di realizzare qualcosa di audiovisivo come cortometraggi.”

04/02/2016

Comments are closed.