Grammy Awards, lo Show

1
713

ok

Di Maria Ciani

Stanotte, a Los Angeles, si è tenuta la 58esma edizione dei Grammy Awards.Per il quinto anno di fila, la serata è stata condotta dal rapper e attore LL Cool J, sono state molte le esibizioni, tra le quali:

Il tributo di Lady Gaga a David Bowie, e quella degli Eagles, dedicata al loro fontatore Glenn Frey morto poche settimane fa.

gaga

Quella di Adele che, si è esibita cantando “All I Ask”, avendo problemi con il microfono e, quella di Taylor Swift che, accompagnata da Jack Antonoff alla chitarra, si è esibita in “Out of The Woods”.

La performance più apprezzata, è stata quella di Kendrick Lamar. Considerata una delle più significative degli ultimi Grammy, ha ballato e cantato vestito da carcerato e, in catene, insieme ad altri ballerini neri. Il manifesto del nuovo millennio che racconta la situazione in cui vive la comunità afroamericana, un palco che sembra un ghetto, un campo di schiavi, come a dire che la schiavitù non è ancora finita.

LAMAR

Mentre l’attesissima performance di Rihanna, è stata cancellata all’ultimo momento, causa problemi di salute dell’artista.

Diamo ora un’occhiata ai vincitori della 58esima edizione dei Grammy Awards nelle categorie più importanti:

Taylor Swift, che con 1989 si è portata a casa il secondo grammofono come Best pop vocal album, la cantante è diventata così la prima a ottenere due premi di fila in una delle categorie più prestigiose. Ancora una volta ha fatto un discorso dedicato alle donne, e indirizzato contro il “misogino” Kanye West che in passato l’aveva attaccata, insultandola anche nel brano Famous .

“Voglio dire a tutte le giovani là fuori che incontrerete sempre delle persone, lungo la strada, che cercheranno di minare il vostro successo o prendersi il merito delle vostre conquiste. Ma se vi focalizzerete sul lavoro, un giorno vi renderete conto che il merito di chi siete e di cosa avete ottenuto sarà stato solo vostro”.

Mark Ronson e Bruno Mars che con il brano realizzato in team“Uptown Funk”, vince il premio Record of the year.

Ed Sheeran si è dovuto accontentare di un Grammy per la Song of the Year con “Thinking Out Loud”.

Ed ecco tutti i vincitori:

Record of the Year: Mark Ronson feat. Bruno Mars, Uptown Funk
Album of the Year: Taylor Swift, 1989
Best New Artist: Meghan Trainor
Best Rock Performance: Alabama Shakes, Don’t Wanna Fight
Best Musical Theater Album: Hamilton
Song of the Year: Ed Sheeran, Thinking Out Loud
Best Country Album: Chris Stapleton, Traveller
Best Rap Album: Kendrick Lamar, To Pimp a Butterfly
Best Pop Duo/Group Performance: Mark Ronson feat. Bruno Mars, Uptown Funk
Best Rap/Sung Collaboration: Kendrick Lamar feat. Bilal, Anna Wise & Thundercat,These Walls
Best Traditional Pop Vocal Album: Tony Bennett & Bill Charlap, The Silver Lining: The Songs of Jerome Kern
Best Pop Solo Performance: Ed Sheeran, Thinking Out Loud
Best Rap Song: Kendrick Lamar, Alright
Best Alternative Music Album: Alabama Shakes, Sound & Color
Best Rock Album: Muse, Drones
Best Rap Performance: Kendrick Lamar, Alright
Best Rock Song: Alabama Shakes, Don’t Wanna Fight
Best R&B Album: D’Angelo and the Vanguard, Black Messiah
Best Urban Contemporary Album: The Weeknd, Beauty Behind the Madness
Best R&B Performance: The Weeknd, Earned It (Fifty Shades of Grey)
Best R&B Song: D’Angelo and The Vanguard, Really Love
Best Traditional R&B Performance: Lalah Hathaway, Little Ghetto Boy
Best Dance/Electronic Album: Skrillex and Diplo, Skrillex and Diplo Present Jack Ü
Best Dance Recording: Skrillex and Diplo With Justin Bieber, Where Are Ü Now
Best Music Video: Taylor Swift feat. Kendrick Lamar, Bad Blood

Comments are closed.