La Mode Retrouvée

0
628

lamoderetrouvée_FNM

Di Isabella Tamponi

Parigi – sono in mostra fino al 20 marzo, al Palais Galleria, gli abiti trésor della Contessa Greffulhe.

Per la prima volta, il Palais Galliera espone il guardaroba d’eccezione della contessa Greffulhe, Elizabeth de Caraman-Chimay (1860-1952). Nipote di Robert de Montesquiou, trasmessa ai posteri negli scritti di Marcel Proust in Alla ricerca del tempo perduto, la contessa ha prestato le sue caratteristiche per la duchessa di Guermantes: “Non c’è nulla in lei che potessi vedere in nessun altro e nemmeno  altrove, scrisse a Montesquiou. Ma il mistero della sua bellezza è la luminosità, specialmente nei suoi occhi. Non ho mai visto una donna così bella. “

Eleganza fatta donna, esuberante, la contessa Greffulhe nelle sue apparizioni pubbliche ha saputo essere rara e fugace, incomparabile, affascinante nei suoi veli di tulle, garza, chiffon e piume, le sue giacche kimono, i cappotti di velluto, i motivi orientali, i toni dorati, d’argento, rosa e verde.

Il Palais Galliera presenta circa cinquanta di modelli realizzati a loro tempo da Worth, Fortuny, Babani, Lanvin. Cappotti, abiti da giorno e da sera, accompagnati da accessori mostrati in ritratti, fotografie e filmati.

Dal 1964, gli eredi e discendenti della Contessa Greffulhe hanno donato al Palais Galliera una parte del suo guardaroba. Questi pezzi sono una delle più importanti collezioni storiche del museo.

La mostra sarà presentata al Museo del FIT di New York nel settembre 2016.