Greta Boldini torna a sfilare sulle passerelle capitoline per presentare “Come Falene”

1
632

fashion news magazine

 

Di Nicola Ievola

Greta Boldini torna a sfilare sulle passerelle capitoline per presentare “Come Falene”

Dal 26 al 29 Gennaio la Capitale ospita le sfilate di Alta Moda, un calendario fitto di appuntamenti, che vede la partecipazione di grandi nomi della couture alternarsi a nomi di giovani stilisti.

Ad aprire la kermesse la sfilata di Greta Boldini, il marchio di alta sartoria, capitanato dal giovane e talentuoso Alexander Flagella.

Un gran successo, quello della prossima collezione autunno inverno 2017/2018 che ha saputo rapire ed emozionare gli addetti ai lavori.

“Come Falene”, titolo dato alla collezione, è una storia di accettazione, perdono e redenzione.

Protagonista della collezione è una donna che, come una falena, sembra non aver paura di buttarsi nel fuoco della vita, energica e determinata a conquistare il mondo attraverso la sua bellezza emozionale. Il ragionamento parte dalla postilla sulla guerra di Alessandro Baricco, “Un’altra bellezza” e dall’assonanza della parola “bellum” con il bello assoluto; le associazioni, poi, si seguono veloci e confuse sul campo vestimentario dove i riferimenti a Grosz ed alla sua arte vera e cruda determinano il perfetto equilibrio tra popolare ed elitario fino a concludersi soavemente sull’opera di Van Eyck, solenne per quanto opulenta, scandita da un tempo spirituale che colpisce e stupisce nella sua interezza.

Gli anni’40 ritornano prepotenti nella silhouette di tutta la collezione soprattutto nella costruzione dei capospalla rubato al guardaroba maschile. La giacca Barbour viene rielaborata sapientemente in chiave sartoriale.

Determinante ancora una volta il ricamo sperimentale che questa volta viene affidato alla bellezza di vetri neri e cristalli trasparenti facendo immediatamente tornare alla memoria lampadari anni’40 che animavano le abitazioni dell’alta borghesia proprio di quegli anni.  Visone, volpe e mongolia si uniscono come in una danza al mohair di pelliccia o alle spugne misto lana.

La palette colori spazia dall’antracite, al tangerine, al chianti sino al muschio, al phard e al glicine che strizzano l’occhio sui petroli ed i grigi fino ai rosa più intensi ed accesi.

Gli accessori siglano due importanti collaborazioni alternandosi tra i gioielli forti e determinati del brand Iosselliani e le borse strutturate di Cecchi De Rossi.

[ScrollGallery id=2417]

 

 

 

Comments are closed.