Fendi apre a Roma la prima boutique per bambini

0
636

Fendi Kids

Di Alessandra Rosci

Fendi apre a Roma la prima boutique per bambini

Fendi ha inaugurato la sua prima boutique dedicata al mondo del kidswear. Il  nuovo punto vendita  sorge alle spalle del flagship del marchio romano che ospita le collezioni donna, uomo, calzature e accessori in Largo Goldoni.

Il binomio Fendi-Roma è un qualcosa di imprescindibile, inimitabile e insostituibile. L’eternità di Roma e l’incommensurabilità di Fendi si scelgono ogni volta dando vita all’eccellenza. È Roma, infatti, la meta eletta da Fendi per ospitare il suo primo monomarca dedicato al kidswear. La boutique situata in un palazzo storico del XVII secolo in Via del Leoncino, all’incrocio con Via di Fontanella Borghese, è stata progettata dall’architetto Marco Costanzi per ospitare le collezioni Junior e Baby del marchio; un mondo magico fatto di capi “giocattolo” in cui la parola d’ordine è divertimento.

La collezione Kids è stata ideata da Silvia Venturini Fendi, già Direttore Creativo delle borse uomo. La Venturini ha disegnato un bambino non altezzoso, non consapevole di ciò che indossa, affinché la sua natura comoda e giocosa, la sua fanciullezza restasse intatta; una capsule completa e divertente che racconta un universo fantastico ricco d’immaginazione e spensieratezza, mixando colori e fantasie dal sapore extraterrestre.

Lo store è stato pensato per essere una stanza giochi, ideata per accogliere tutti i bambini. Uno spazio dedicato ai piccoli clienti della Maison romana, con all’interno le collezioni kids circondate da un’atmosfera che esprime l’audacia creativa di Fendi.

I codici architettonici del marchio vengono trasposti in un ambiente luminoso e accogliente, valorizzato da cromie delicate. Gli espositori, rivestiti da pregiati legnami nelle tonalità avorio, rosa polvere e azzurro, presentano una struttura in resina dall’esclusivo motivo tricot color panna, che rappresenta al meglio la sintesi tra artigianalità e innovazione distintiva della collection, mentre i contenitori colorati donano all’ambiente un tocco dinamico e delicato.

Le tonalità del parquet esaltano i tappeti esagonali di colore grigio, viola e azzurro, o grigio, ocra e verde. Le incantevoli poltroncine Bambi e Sheep, ideate dal designer Takeshi Sawada, ricreano un’atmosfera fiabesca e accogliente, mentre l’allegria e la vivacità sono accentuate dal tavolino colorato Play Table, ideato per i più piccoli.

In occasione dell’inaugurazione, Fendi, inoltre, ha annunciato la collaborazione con Fondazione Theodora, una Onlus che si prende cura dei bambini in ospedale, regalando loro un sorriso durante il periodo del ricovero grazie all’operato dei “Dottor Sogni“.

Fendi ha deciso di devolvere una parte del ricavato delle vendite del periodo natalizio di Fendi Kids per sostenere un intero anno di attività di un Dottor Sogni presso il Bambino Gesù, istituto pediatrico con cui il brand collabora già da anni e per il quale, in passato, ha contribuito alla realizzazione del più importante Centro pediatrico di ricerca a livello europeo.

Fendi ha saputo evolvere, è stata sensibile alla richiesta del tempo e non si è nascosta o fossilizzata dietro le consuetudini. Ed ha avuto ragione.

Visto su FNM Magazine