Il ritorno di Rosy Abate

In arrivo da domenica 12 novembre su Canale 5 la nuova fiction sul boss mafioso di Squadra Antimafia.
0
139

La fiction italiana sta per sperimentare un genere seriale già visto in altri Paesi, ma che costituisce una novità per il palinsesto nostrano, ovvero la tipologia dello spin-off. Per l’esordio è stato scelto Canale 5, puntando su una serie di indiscusso successo quale Squadra Antimafia. Dopo otto stagioni, la fiction sulla lotta tra Stato e mafia si è conclusa lo scorso anno, e adesso il posto viene ceduto al suo spin-off dal titolo Rosy Abate – La serie, in onda per cinque puntate da domenica 12 novembre su Canale 5.

La nuova fiction è interamente incentrata sul personaggio del boss mafioso palermitano Rosy Abate, la quale può contare sulla comprensione da parte di un pubblico che riesce in parte ad immedesimarsi nell’autenticità dei suoi stati d’animo e sentimenti, anche se in effetti si tratta di una fuorilegge. È Giulia Michelini a vestire ancora una volta i panni della donna che l’ha resa celebre, uscita di scena nel corso della settima stagione di Squadra Antimafia. Accanto a Giulia, ritroviamo alcuni interpreti quali Bruno Torrisi (Questore Licata), Valentina Carnelutti (Veronica Colombo), Paolo Pierobon (De Silva).

Diverso tempo dopo essere fuggita dalla Sicilia, vediamo Rosy nella sua nuova identità della commessa di un supermercato di nome Claudia, scelto per omaggiare la sua amica Claudia Mares. Vive tranquillamente in Liguria con il fidanzato Francesco Ricci (Paolo Bernardini), ignaro della sua vera storia che sembra essersi lasciata alle spalle. La sua serenità viene però improvvisamente turbata dai due fratelli mafiosi Roberto (Roberto Monaco Di Lapio) e Regina Mainetti (Paola Michelini), i quali le comunicano che suo figlio Leonardo è ancora vivo e che può rivederlo in cambio di alcuni favori. Ed è così che Rosy Abate torna ad essere il temuto boss, facendo emergere il suo istinto materno che la porterà a Roma e in Sicilia.

Al personaggio di Rosy Abate è stata dedicata anche la fiction antologica La Regina di Palermo, che si concentrava sulle sue vicende nell’arco delle stagioni di Squadra Antimafia; in pratica un riepilogo estivo che preparava i telespettatori ai nuovi eventi che la vedono coinvolta. È Beniamino Catena, già regista della fiction principale, a dirigere Rosy Abate – La serie, scritta da Andrea Nobile e Mizio Curcio, a cura del soggetto di serie con Pietro Valsecchi.