La cabina armadio? Organizzala così!

Sette idee per una cabina armadio perfetta.
0
568

Ah le cabine armadio, oggetto del desiderio di ogni donna da quando Carrie Bradshaw aprì le porte del suo guardaroba al mondo intero. Il sogno di “Sex and the city”, da allora, si è fatto strada nella psicologia femminile e, aggiungiamo noi, nei progetti di interior design. Ne abbiamo viste di stratosferiche, da quella di Anna Dello Russo a quella di Khloe Kardashian (per rivederle clicca qui), oggi vi suggeriamo qualche chicca per organizzarle con stile.

#1 ORDINE COOL!
Non serve avere moltissimo spazio, basta uno stand appendiabiti bianco e i capi organizzati con criterio. Prima il denim, poi la maglia, infine il chiodo di pelle. E’ divertente giocare come fosse l’esposizione di un negozio, accessori inclusi. La zona armadio può così rimanere a vista e diventare elemento d’arredo. Non dimenticate il morbido tappeto bianco, rende l’insieme molto cool!

#2 COME UN’INFLUENCER
L’essenziale black&white apre le porte a luci ben studiate, a mensole porta accessori, e a stand che ospitano capi passepartout da indossare al volo quando siamo di fretta. Immancabile la cassettiera in cui riporre i capi per colore, così da poter comporre i look con facilità. L’idea: come fossero post-it, appendi alla parete le immagini delle dive alle quali vuoi ispirarti!

#3 EQUILIBRI
L’ordine è essenziale, dall’abbigliamento agli accessori. Optate per mobili con cassetti dal frontalino trasparente, vi verrà più semplice scegliere il capo giusto senza mettere tutto a soqquadro. Il consiglio è di appendere sempre i capi più delicati, come le bluse in seta o le t-shirt di lino; anche gli abiti vanno nello spazio verticale del guardaroba, così eviterete di sgualcirli. Per una cura più attenta coprite i vestiti con un velo di cellofan.

#4 MINIMALISMO COMPOSTO
E’ un po’ come giocare a Tetris o amare la geometria. Le linee rette trasmettono pulizia, per cui è bene scegliere scaffalature minimal senza troppi fronzoli, da riempire con criterio. Nello scaffale con le mensole vanno le scarpe (potete eventualmente segnalare, ripiano per ripiano, la tipologia di scarpa che andrà posizionata), nello stand, invece, vanno abiti e accessori, meglio se accompagnati dalla loro scatola.

#5 IN VETRINA
Un vetro trasparente consente di separare la cabina armadio dal resto della stanza. Iperfemminile, questa soluzione prevede moquette rosa e pareti di una nuance più tenue. I ripiani sono composti a L e accolgono, oltre all’abbigliamento, accessori lifestyle come le valigie, piumoni e la beauty routine. Carina l’idea di ricreare i cassetti con le scatole (in commercio ne esistono davvero di bellissime), e, anche qui, il consiglio è di comporre il tutto con logica, appendiabiti e cassetti vanno disposti in modo armonioso.

#6 SOTTO IL SOPPALCO
La camera da letto, conferita su un soppalco, regala metri quadri alla cabina armadio, una stanza total white con parete frontale abbellita da carta da parati a righe. A destra i capi spalla, a sinistra gli abiti, al centro le scarpe. Questa è esattamente una soluzione da diva, uno spazio in cui rintanarsi chiudendosi le romantiche tende alle spalle. Poiché la cabina armadio diventa luogo di armonia, non tralasciate fiori, profumi e libri che parlano di moda!

#7 PORTE APERTE ALL’ANGOLO
Se avete poco spazio, potete sfruttare un angolo della stanza e posizionarvi un mobile suddiviso in tante sezioni. Per utilizzarlo al massimo ricorrete a soluzioni salva spazio, ad esempio ripiegate i pantaloni a mo’ di rotolo (su youtube esistono tutorial a riguardo) o rendete micro le t-shirt. Per camuffare l’angolo chiudetelo con ante dallo stile inglese, sarà come aprire la porta delle meraviglie!