FNM Trend: I Pois

0
66

Il bello della moda è il fatto che, come abbiamo ribadito più volte, ritorna sempre! Modelli, stampe, pattern sono tutti immortali, aspettano solo il momento giusto per ricomparire sulle scene e, che siano passati 2, 10 o 50 anni, quando tornano riescono ad attrarre tutti come la prima volta. Un perfetto esempio è rappresentato dai Pois.

La Nascita Della Stampa a Pois

Il loro vero nome in realtà è inglese ed è Polka Dots.

Tutto ha origine a metà dell’800, quando si impose la moda della Polka, tradizionale danza polacca, e le sue ballerine indossavano questi magnifici abiti con sopra posti migliaia di puntini colorati, che stavano ad indicare la scuola di ballo di appartenenza. La febbre della polka, che vive il suo apice dal 1840-1890, induce così i produttori a cavalcare questa moda.

Ma è quando il ballo passa in secondo piano che arriva il vero successo per questa stampa così allegra!

Con l’arrivo degli anni ’50, sono gli stilisti più in voga e, di conseguenza, le ragazze più eleganti a scegliere i pois per i loro abiti. Diventano il simbolo dell’innocenza, della felicità e della prosperità caratteristici di quell’epoca.

Pian piano riescono a conquistare tutti: dalle dive come Marilyn Monroe, Audrey Hepburn e Brigitte Bardot alle comuni casalinghe.

Credits: Pinterest

Anche Designer del calibro di Christian Dior iniziano a sperimentare con questi, realizzando delle vere e proprie meraviglie che ancora oggi sono ben impresse nella mente di molti.

1950 Mary Jane Russell in Dior Parigi
Credits: Drexcode

Negli anni ’80, invece, iniziano a comunicare un qualcosa di un po’ più importante, veicolano l’ottimismo e la fiducia nella crescita economica che avevano caratterizzato anche gli anni Cinquanta, e anche in questo caso sono numerosi i designer che li scelgono, sebbene apportando delle modifiche nelle dimensioni e nei colori.

Una Primavera a Pois

Ad oggi abbiamo la conferma che questi non passano mai di moda, grandi o piccoli che siano continuano a divertire e a ispirare, a conferire personalità a chiunque li indossi.

Ne abbiamo avvistati molti durante le scorse sfilate primavera/estate 2024:

Dolce&Gabbana li sceglie in una dimensione generosa e velata

The Attico, come suo solito, ce li presenta come applicazioni a specchio in una versione molto sensuale.

Balmain, invece, resta tradizionale pur accostandoli a quel tocco di innovazione dato dai fiori realizzati con materiali riciclati.

In Boutique

Dolce & Gabbana Polka-dot twill scarf (90x90) Stampa FN090RGDCFX
Foulard D&G €495

Abito con schiena scoperta in maglia jacquard a pois
Abito Balmain €2390

 

Manolo Blahnik Ballerine a pois
Ballerine Manolo Blahnik €1090

Emanuela D'Alessio