Love Date

0
1290

LOVE DATE 4

 

Gli amori delle chat e la nuova drammaturgia contemporanea

Di Andrea Festuccia

A Roma giovedì 20 marzo, prima nazionale e data unica per lo spettacolo vincitore del 3° premio “Autori nel cassetto Attori sul comò”: gli amori in chat protagonisti della nuova drammaturgia contemporanea

Sarà la timidezza, sarà più probabilmente l’invasione di quella vita parallela costituita dai social network nella vita privata, ma negli ultimi tempi gli “incontri al buio” sembrano essere stati sdoganati da quell’alone di mistero e inquietudine che li avevano caratterizzati in passato, salvo riemergere alle cronache nei casi purtroppo non così infrequenti di adescamento e di truffa. Amori nati in chat, più o meno organizzate o famose come Meetic, Love2 Know you, fino ai più smart “speed date” nati nella forma in cui li conosciamo negli Stati Uniti negli anni’90, e resi famosi da serie di successo come Sex and the city. Questi ultimi prevedono, come risaputo, una serie di partecipanti che siedono uno di fronte all’altro per un breve periodo di tempo nel corso del quale hanno l’occasione di parlare e conoscersi, ruotando in stile saluti preliminari fra i giocatori di un match di football: alla fine, si saprà dalle preferenze espresse sui biglietti se qualcuno di loro ha trovato l’anima gemella.

LOVE Date 5

Tralasciando per un momento i reality (solo per fare un esempio “Are you the One? su Mtv) che hanno anch’essi  trovato una miniera nei “match” fra coppie, e con un occhio (impossibile non averlo) al successo cinematografico di “Her”, dove l’amore addirittura è una voce al computer (certo, quella di Scarlett Johansson…..), scendiamo nell’arena teatrale per trovare uno spettacolo, “Love Date”, in prima nazionale a Roma, giovedì 20 Marzo 2014 alle 21 al al Teatro Lo Spazio in via Locri 42, che parla di cinque diversi incontri tra giovani ragazzi conosciutosi in una chat. Mentre il ragazzo è sempre lo stesso, anche se si presenta ogni volta con un nome diverso, le ragazze cambiano ogni volta. Ogni incontro è raccontato con uno stile ed un ritmo sempre differente. Si passa dal comico, al naturalistico, dall’ironico al drammatico. Il testo è di Luca Zilovich, anche attore insieme a Francesca Pasino, mentre la regia, affidata a Gianluca Ghnò e Giusi Barone, si è concentrata sulla recitazione degli attori e sui dialoghi, mai banali, dei protagonisti. Quindi niente scenografia, luci molto semplici, musiche ridotte al minimo. Uno stile “cinematografico” che ha caratterizzato spesso, in passato, i lavori di Gianluca Ghnò, accostabile ad una sorta di “coach” di successo per i suoi attori: spesso nel calcio si dice che il mister migliore è quello che sa trarre il meglio dai suoi giocatori, adattando la sua filosofia di gioco al materiale che ha, e non viceversa. Ghnò lo ha sempre fatto con intelligenza, fino a costruire grazie all’incontro nel 2007 con Giusy Barone attrice, regista e responsabile dell’Educational Art e Daniela Faletti project manager, una realtà teatrale molto interessante ad Alessandria, in Piemonte, la Compagnia “Stregatti”.

LOVE DATE

“Quello che ci piaceva” – raccontano autore e registi – era concentrarsi sui rapporti fra questi ragazzi, figli di una generazione un po’ sbandata, priva di punti di riferimento morali e culturali, e incapace di comunicare con il prossimo. Una generazione un po’ egoista e superficiale, desiderosa di relazionarsi con il prossimo per sfuggire alla propria solitudine esistenziale, ma sempre incapace di andare fino in fondo nei rapporti di coppia. “Love date”,  data unica, amori……molteplici.