London Fashion Week SS 2015 – Sfilate

0
1915

FNM-LFW-SS15

 

Di Dario Bentivegna

London Fashion Week SS 2015 – Sfilate

Tra nomi emergenti, brand in consolidamento e marchi di rilevanza internazionale ecco il meglio della LFW SS 15

Non e’ mai semplice navigare tra le decine di sfilate e presentazioni che ogni Fashion Week propone, tantomeno se si e’ nell’ecletttica Londra che ancora una volta si e’ rivelata una Fashion Week multi-sfaccettata per la diversita’ dei nomi che ha visto sfilare. Infatti tramite eventi come Fashion Scout e Fashion East, in primis, che sponsorizzano le passerelle di designer alle loro prime stagioni, il flusso di nuovi nomi e’ alquanto costante. Questa stagione attesissimo il debutto di Thomas Tait, primo vincitore, a maggio, dei €300.000 del Young Fashion Designer Prize, sponsorizzato da LVMH. Una collezione dal mood deciso e scattante, outfit, trucco e parrucco alla ‘Maleficent’, con spalle e gonne appuntite, lungi spacchi e improvvisi bagliori neon: un successo di pubblico e critica. Come ogni anno ad aprire il calendatio a Londra  e’ la coreana J JS Lee, la quale, conosuta per i suoi look sartoriali, le linee fluide e semplici e il plisse’, ha aggiunto al suo repertorio, per la prima volta volta le stampe botaniche. Nulla di nuovo sotto il sole, apparentemente, se non fosse che le stampe sono state create in collaborazione con l’artista Meekyoung Shin e i petali e i fiori copiati direttamente da quelli trovati nel loro giardino. Il risultato e’ un pittorico effetto 3D grazoe all’effetto del plisse’ che so mescola con le stampe.

La natura e’ stato un filo conduttore potente anche per molti altri designer; da Mary Katrantzou ispirata dalla tettonica a zolle e fantatsiche creature marine, rese con incredibili red intricati ricami, a Burberry, che tra api e farfalle ha ricreato una passeggiata estiva in un giradino inglese tra tulle, denim e il gabardine dei suoi iconici trench. Anche Michael Van Der Ham e Eudun Choi, hanno ceduto al richiamo dei fiori; l’uno prendendo la pittrice Georgia O’Keeffe come sua musa, ispirandosi al suo sile personale e non solo ai fiori per cui e’ famosa, l’altro, mandando in passerella, nel suo riconoscibilissimo ed apprezzatissimo stile collage, una collezione sportiva e frizzante.

Fuori dal coro e sulla scia di ispirazioni personali Christopher Kane che ha dedicato la collezione a Louise Wilson, temutissima direttrice del Master in Fashion Design alla Central Saint Martin. Kane ha sviluppato la collezione SS15 riprendendo bozzetti ed idee che durante il suo corso di studi con la Wilson erano stati scartati o dimenticati. Il risultato e’ una collezione a 360 gradi che va da look uniforme scolastica ad abiti di varie lunghezze con inserti/esplosioni di tulle. Chiudiamo la nostra panoramica con due collezioni per giovanissime: Topshop Unique e House of Holland. Topshop Unique propone outfit adatti ad una giornata fuori porta al mare, tra pontili, gelaterie e drink all’aria aperta, con short, abiti sportivi dall’impronta tennistica e gonne dalla linea ad A ed abiti con apielette per la sera a cena fuori ed in discoteca. Serata glam e ‘in lista’ sono invece il mood di House of Holland, che per la sua giovane donna propone look dalle stampe strillate, riminiscenti dei figli dei fiori anni ’70.

[ScrollGallery id=1339]