Malìparmi con Onlus “Le scuole di strada di Haiti”

0
977

MalìParmi 2
Di Gabriele Arcieri

Moda solidale con Malìparmi nel suo spazio nomade a Milano

“Fare shopping fa bene”: il nuovo slogan Malìparmi per l’iniziativa Onlus “Le scuole di strada di Haiti”.

Con uno spirito improntato alla solidarietà e finalizzato al raggiungimento di uno scopo benefico, Malìparmi nel suo “Spazio Nomade” di via Tortona 31, vuole aprire dal 12 al 29 Novembre prossimi, una zona di vendita davvero solidale che ha per obiettivo la possibilità concreta di aiutare i bambini di Haiti in tutte le loro necessità primarie: dal tragico terremoto del 12 Gennaio 2010 questa città non è riuscita tuttora a stabilizzare la propria situazione economica e sociale, continuando a vivere tutt’oggi in precarie condizioni di profondo disagio e notevole povertà, specialmente nel settore della sanità e dell’istruzione, campi che sono di fondamentale necessità per i giovani ed i giovanissimi. Il marchio Malìparmi consolida ancora una volta e con sempre maggior impegno la sua sinergia con la Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus, organizzazione che dal lontano 1954 si occupa di infanzia abbandonata ed orfani nei nove Paesi dell’America Latina; i suoi progetti sono improntati ad un’opera di ricostruzione sociale che va dalla realizzazione di ospedali, orfanotrofi, centri per disabili, scuole e soprattutto al recupero di quanti, nell’ambito giovanile, necessitano delle più elementari ma indispensabili cure ed attenzioni per la crescita e lo sviluppo psico-fisico.
Con slogan “Fare shopping fa bene”, Malìparmi intende devolvere il 20% delle vendite realizzate e con esse contribuire fattivamente allo spirito di solidarietà con cui la Fondazione ha sempre voluto indirizzarsi.
Un bambino per volta, dalla strada alla laurea”, questo l’ambizioso progetto perseguito, questa la meta da raggiungere e questo sarà il risultato ambito che si otterrà partecipando con entusiasmo e convinzione a questo “shopping” speciale che Malìparmi con vero slancio umanitario ha inteso proporre ad un pubblico attento e desideroso di tendere una mano a chi è privo non solo del superfluo ma del necessario.