A Roma una esposizione d’arte e una esperienza firmata L’Oréal

0
1464

olga minardo_fnm

Di Ivano Rocco Montrone

L’arte dei capelli nelle donne di Olga Minardo

A Roma una esposizione d’arte e una esperienza firmata L’Oréal

 

Roma – il 26 febbraio 2015 dalle ore 16.00 alle ore 20.00, presso l’Accademia L’Oréal a Piazza Mignanelli 23 ci sarà una esposizione evento della pittrice Olga Minardo. L’artista, di padre siciliano e madre tedesca, entrambi pittori, ha alle spalle una esperienza cosmopolita.

Si è formata a Roma, ma i suoi magnifici quadri, oltre che da collezionisti italiani, sono contesi da tedeschi, austriaci, francesi, canadesi e australiani. Ovunque Minardo abbia esposto, la strana e innocente sensualità che sprizza dalle sue donne longilinee, elegantissime, e tuttavia vive per un gioco di proporzioni che contraddice ogni canone anatomico, ha fatto proseliti entusiasti.

Queste creature da sogno, piene, luminose, serene, le si vede una volta e restano impresse nella mente come una griffe di successo. Ed è questa la ragione principale dell’abbinamento tra l’arte della pittura di Olga Minardo e l’arte della cura e dell’acconciatura dei capelli de L’Oréal.

Il mondo poetico dell’artista – nella cui aria dorata e quieta aleggia lo struggente fraseggio di un notturno chopiniano – è basato sulla luminosità dei colori e sulla sinuosa e preziosa leggerezza del tratto con cui sono costruiti panneggi e acconciature che fanno da contraltare a scorci suggestivi e insoliti, a piccoli animali totemici desunti dalla tradizione nordica o a pochi, essenziali elementi naturali: il melograno, l’uva, la canna di palude.

Un gioco, nel suo insieme, di rara efficacia visiva e narrativa. Se tutto ciò non bastasse a spingervi il 26 febbraio verso Palazzo Mignanelli, aggiungete che stavolta questo mondo poetico, sensuale e pieno non se ne starà confinato sui muri, come in una normale galleria, ma intreccerà i lunghi capelli delle donne dipinte con quelli delle signore presenti, in una sorta di performance che ruoterà attorno alla qualità e ai colori straordinari de L’Oréal.